Cronaca Nera

Elusioni Iva, al Riesame si discute dei sequestri ai Coppola: spunta la tesi della ristrutturazione aziendale

Lo scorso 12 giugno le fiamme gialle del capoluogo partenopeo effettuarono controlli e apposero sigilli nei santuari della famiglia che ha edificato il Villaggio Coppola e la base


Lo scorso 12 giugno le fiamme gialle del capoluogo partenopeo effettuarono controlli e apposero sigilli nei santuari della famiglia che ha edificato il Villaggio Coppola e la base americana di Gricignano   NAPOLI - Si è svolta stamane, martedì, l'udienza presso il Tribunale del Riesame di Napoli, nella quale si è discusso delle istanze di dissequestro presentate dai legali difensori delle società appartenenti al gruppo Coppola e coinvolte nell'inchiesta giudiziaria riguardante presunte elusioni nel pagamento dell'Iva, che lo scorso 12 giugno portò al sequestro preventivo di beni per un valore di circa 9 milioni di euro. L'operazione fu coordinata dalla Dda di Napoli ed eseguita dai militari del comando provinciale della Finanza partenopea - nucleo Polizia Tributaria e in tale frangente furono poste sotto la lente di ingrandimento degli inquirenti : la Mirabella Spa, L'Agricola Ponteammare Srl, il Consorzio per Gricignano d'Aversa, Gricignano 3 Srl, Progetto Industrie Srl, la Servizi Turistici Srl e il Consorzio Tecnoservizi. Gli avvocati civilisti e penalisti che difendono il gruppo societario in questione, quali Adolfo Russo, Nicola Garofalo, Sebastiano Giaquinto e i Vignola, hanno tentato di dimostrare l'infondatezza delle accuse contestate alle suindicate società. I civilisti, nel contempo, hanno affrontato anche la questione della compensazione dei crediti tributari rispetto ad una ristrutturazione aziendale. Adesso si attende solo la decisione del Riesame, che entro 5 o 6 giorni dovrebbe esprimersi sul dissequestro dei beni della famiglia degli imprenditori che hanno realizzato prima il Villaggio Coppola, poi la base americana di Gricignano d'Aversa ed infine il complesso strutturale dell'area ex Saint Gobain a Caserta.