Politica

La Picierno dà dell'ignorante alla Capacchione e come Archimede trova la formula per il tribunale di Aversa e per non indebolire quello di S.MARIA C.V

In un comunicato stampa la deputata sidicina afferma che la senatrice di Caserta, seppure in buona fede, ignora l'iter parlamentare e la posizione del Partito democratico CASER


In un comunicato stampa la deputata sidicina afferma che la senatrice di Caserta, seppure in buona fede, ignora l'iter parlamentare e la posizione del Partito democratico CASERTA -Benedetta ragazza che ci fai godere con i tuoi estemporanei comunicati stampa. Pina Picierno gioca alla politica come se stesse attorno un tavolo del mercante in fiera. Riesce a rendere impalpabili anche argomenti cruciali, come quello realitivo alla riorganizzazione delle sedi giudiziarie e dei distretti che tante polemiche sta provocando soprattutto nella nostra provincia. Dunque, oggi la Picierno afferma di essere la prima artefice e la protagonista della rilocalizzazione ad Aversa del Tribunale di Napoli Nord. Lo scrive in un comunicato stampa e quindi la cosa va immediatamente comunicata a tutti i cittadini di Aversa ai quali il sindaco Sagliocco e l'ex senatore Giuliano hanno raccontato una serie di panzane, intestandosi il merito dell'operazione. Era lei, allora, a inviare ad Aversa già dall'inizio dello scorso autunno gli ingegneri del ministero della giustizia che andavano a visionare Castello Aragonese. Non era Giuliano che avendo conservato delle relazioni all'interno del dicastero di via Arenula aveva abilmente sfruttato le difficoltà e le indecisioni dei comuni di Giugliano, Marano, individuati in un primo tempo come sede del Tribunale di Napoli Nord. Tutto è avvenuto grazie alla abilissima, machiavellica sidicina. Oggi lo può dire la Pina e soprattutto può cantarne 4 a Rosaria Capacchione in risposta a una battuta che quest'ultima aveva fatto su di lei in un convengo ad Aversa: "La senatrice Capacchione ha dimostrato in buona fede di ignorare (sic!) sia l'iter parlamentare che ha portato all'adozione di quel parere, sia la posizione del suo stesso partito". La deputata, neo-componente della segreteria nazionale del Pd ci regale sulla coda del suo comunicato un problema che mette dentro la topografia e l'aritmetica completamente avvassallate ad un improbabile e risibile cerchiobottismo." Sono contrario al ridimensionamento di S.Maria C.V." Insomma, applausi ad Aversa e al nuovo distretto di Napoli Nord, ma S.Maria C.V. non va ridimensionato. Abbiamo capito: alcuni comuni della provincia di Sondrio o magari qualcuno del Ferrarese dove potrebbe intercedere il suo produttore politico Franceschini entreranno a far parte del Tribunale di S.Maria C.V. Pina sei una grande. Dio ce l'ha data, guai a chi ce la tocca. G.G.