Politica

CANCELLO ED ARNONE Emerito riorganizza la macchina comunale. All'interno la nuova struttura delle 6 aree

La funzionalità dell'ente amministrativo è stata, e lo è tutt'ora, oggetto di analisi dell'opposizione. Diminuzione dei costi e maggiore semplificazione gli obbiettivi del rias


La funzionalità dell'ente amministrativo è stata, e lo è tutt'ora, oggetto di analisi dell'opposizione. Diminuzione dei costi e maggiore semplificazione gli obbiettivi del riassetto comunale. IN CALCE ALL'ARTICOLO LA DELIBERA CON LO SCHEMA DETTAGLIATO DELLE 6 AREE  CANCELLO ED ARNONE - Nelle linee programmatiche approvate con la delibera di consiglio comunale n° 4 c'è un punto ritenuto, a quanto pare, fondamentale da Emerito e dalla sua giunta. Si tratta del riassetto della macchina amministrativa. Ci siamo spinti a considerarlo fondamentale per la nuova maggioranza, eletta appena 2 mese fa, dato che il riassetto del  comune proprio uno dei suoi primi atti concreti. Del resto la funzionalità del municipio è stata, e lo è tutt'ora, oggetto di analisi dell'opposizione. Forse, anche per questo Emerito ha preferito metterci mano subito. Stando a quello che viene scritto nella delibera n°6  che approva la proposta di riorganizzazione della macrostrutture dell'ente comunale, il costo delle spese del personale resta invariato e non si registra né un aumento né una diminuzioni delle aree  che, quindi, restano 6. Il fine del riassetto amministrativo, dunque, è quello di "creare un modello di lavoro orientato agli utenti finali, ai processi di lavoro e alla valorizzazione del personale" con l'obbiettivo di realizzare "il contenimento dei costi e una maggiore semplificazione". QUESTA LA NUOVA STRUTTURA DELLA MACCHINA AMMINISTRATIVA Giuseppe Tallino CLICCA QUI PER LEGGERE LA DELIBERA CON IN ALLEGATO LO SCHEMA DETTAGLIATO DELLE AREE