Cronaca Nera

MONDRAGONE - Il Gup assolve Antonio La Torre. E' stato liberato dopo 12 anni di carece

MONDRAGONE  - Il Gup del Tribunale di Napoli, dottor Carola, ha accolto in pieno la tesi difensiva dell'avvocato Giovanni Zannini assolvendo il pregiudicato Antonio La Torre  da


MONDRAGONE  - Il Gup del Tribunale di Napoli, dottor Carola, ha accolto in pieno la tesi difensiva dell'avvocato Giovanni Zannini assolvendo il pregiudicato Antonio La Torre  dalla imputazione di tentata estorsione (aggravata dal metodo mafioso), eseguite a Mondragone, in danno di  Federico Supino e  Carlo Di Meo, rispettivamente nel dicembre 2007 e nel  gennaio 2008. A La Torre si contestava di essere stato (mentre si trovava detenuto) il mandante di una richiesta estorsiva pari pari a 30 mila alludendo ad un debito pregresso in realtà di minore entità e comunque non riferibile al Supino. Antonio La Torre è stato scarcerato da pochi mesi dopo una ininterrotta detenzione in carcere durata circa 12 anni