Cronaca Bianca

ESCLUSIVA CASERTA - Ospedale civile, ad agosto anche l'infarto andrà in vacanza. Il direttore sanitario dimezza i posti letto dell'Utic

Una decisione che sta facendo discutere già molto, dato che con 10 posti a regime di solito si ricorre a 3 o 4 barelle. Con 5 posti si rischia l'ospedale da campo. Ma siccome ad


Una decisione che sta facendo discutere già molto, dato che con 10 posti a regime di solito si ricorre a 3 o 4 barelle. Con 5 posti si rischia l'ospedale da campo. Ma siccome ad agosto a Caserta nessuno si sentirà male....   CASERTA - Da qualche giorno non stiamo scrivendo più dell'ospedale di Caserta. Quello che avevamo da dire in termini di critica e di biasimo, rispetto alla bozza di piano ospedaliero, l'abbiamo scritto, documentato e argomentato. A quanto filtra dalle stanze della direzione strategia, pare che si stia completando il lavoro e sia intervenuta qualche modifica migliorativa tendente a razionalizzare la spesa e a ridurre, almeno per quel che si può, la gestione clientelare delle carriere. Comunque, prima di pronunciarci ancora aspettiamo che il piano ospedaliero venga deliberato e la delibera venga trasmessa alla Regione Campania per il placet definitivo o per la bocciatura. Per quel che riguarda le notizie del giorno, la direzione sanitaria ha varato la programmazione per le ferie estive. Un primo varo, a cui è seguita un'integrazione. Abbiamo dato un'occhiata e siamo stati colpiti dalla riduzione dei posti letto del dipartimento di cardiologia e grossi vasi da 50 a 18, dal 30 luglio al 31 agosto. Nel dettaglio la cardiologia d'urgenza, cioè l'Utic, il posto dove viene soccorso l'infartuato, il fibrillante, colui che è colpito da grave scompenso, ha ridotto i suoi posti letto da 10 a 5. Con 10 posti accade spesso che all'Utic vengano messe 3 o 4 barelle su cui vengono ricoverate persone che hanno avuto un infarto, non un attacco di dissenteria. Adesso con 5 posti, il reparto rischia di diventare un ospedale da campo, almeno che il direttore sanitario grazie alla potenza del suo flusso di neuroni sempre in tiro non decida di mandare in vacanza, a Caserta e provincia, anche l'infarto. E allora l'anno scorso, fu sospeso il funzionamento notturno della neurochirurgia. Ed in quel caso, effettivamente nel mese di agosto non si verificò nessun incidente in moto o in auto. In realtà uno se ne verificò, ma in qualche modo il sanfelicano che fu coinvolto se la cavò. E allora si può aver fiducia sul fatto che ad agosto a Caserta non ci saranno infarti. Domani, su questa storia ci ritorniamo. Gianluigi Guarino