Politica

S.MARIA C.V Questione Tribunale. Dopo il danno la "beffa". Mastroianni: "Vincolati per 1 milione di euro ai contratti dei capannoni di Grattapulci"

Il coordinatore cittadino del Pdl: "Mattucci, Di Muro e Stellato avrebbero fatto meglio ad andare a Roma, dai propri riferimenti politici e cercare di avere voce in capitolo su un


Il coordinatore cittadino del Pdl: "Mattucci, Di Muro e Stellato avrebbero fatto meglio ad andare a Roma, dai propri riferimenti politici e cercare di avere voce in capitolo su una importante vicenda" S.MARIA C.V - Quella che potrebbe essere considerata una cocente sconfitta per la città del Foro, o ex Foro,come potrebbe obiettare qualcuno, è da valutare, invece, come una vittoria per Aversa, dato che, ormai è stranoto, è stata proprio la località normanna a scippare a Santa Maria un sostanzioso pezzo del suo storico Tribunale. La frittata è fatta, ma, nonostante questo, si cerca di rimediare, forse invano, con riunioni e riunioni. “Oltre al danno di vederci scippare come città il Tribunale - dice il consigliere Mastroianni - anche la beffa di rimanere vincolati come Comune a contratti di fitto esorbitanti per i capannoni industriali in località Grattapulci  (1 milione di euro all’anno per 9 anni). Sia chiaro, ormai, un pezzo importante del Tribunale, che le è valso per 200 anni, il titolo di “città del Foro” già è stato assegnato altrove grazie proprio all’inerzia politica del Governo cittadino.” Per il coordinatore cittadino del Pdl: “Mattucci, Di Muro e Stellato avrebbero fatto meglio ad andare a Roma, dai propri riferimenti politici (PD – PSI o da chi vogliono loro) e cercare di avere voce in capitolo su una importante vicenda nella quale grazie alla loro assenza di peso politico, la città è stata praticamente tagliata fuori.” Altro problema che resterà sul gruppone del comune sammaritano sarà costituito dai  “contratti esorbitanti -precisa Mastroianni - relativi all’affitto di capannoni industriali da destinare agli Uffici del Giudice di Pace. A nessuno venisse in mente di scaricare quelle che sono semplicemente proprie e sole responsabilità dell’Amministrazione comunale su altri livelli politici – conclude il consigliere di minoranza -  quest’Amministrazione targata Mattucci-Di Muro-Stellato è nata attraverso la fusione impropria di forze politiche che non hanno assolutamente nulla in comune e che risultano essere, proprio per questo motivo, prive di peso politico e fuori da ogni Tavolo istituzionale.”