Politica

ESCLUSIVA MADDALONI - Udc, assessorato tra la Benenati e Michele Cerreto. Si tenta il recupero di Gennaro Cioffi

Ieri sera, domenica, ennesima riunione del partito di Zinzi. Passa il nome di Giacomo Lombardi per la presidenza del Consiglio comunale, a cui aspirava anche Cioffi, a cui ora vie


Ieri sera, domenica, ennesima riunione del partito di Zinzi. Passa il nome di Giacomo Lombardi per la presidenza del Consiglio comunale, a cui aspirava anche Cioffi, a cui ora viene offerta la poltrona di capogruppo MADDALONI - Quello che è successo stamattina a Maddaloni lambisce anche la politica, ma è difficile che possa condizionare le scelte del sindaco De Lucia sulla giunta comunale. Il consiglio dovrà essere convocato entro e non oltre il 5 luglio, ma tenerlo nell'ultimo giorno utile esemplificherebbe sin dall'inizio un affanno e una difficoltà da parte della maggioranza. Dunque, la De Lucia tenterà in tutti i modi di anticipare di qualche giorno la seduta. Ma per fare questo occorrerà che entro la settimana iniziata oggi, la giunta sia nominata ed entri nella pienezza delle sue funzioni. Ieri sera, domenica, ennesima riunione nell'Udc. Si cerca di trovare un equilibrio tra le istanze di Gennaro Cioffi e quelle di Giacomo Lombardi. Il primo non può fare l'assessore perchè lo ha fatto recentemente e chiede di fare il presidente del Consiglio comunale perchè Lombardi lo ha fatto l'ultima volta. Un giochino di veti e controveti che potrebbe alla fine spaccare il gruppo dell'Udc. Ieri sera, è passata la tesi che alla presidenza del Consiglio andrà il più votato e cioè Lombardi. Cioffi non l'ha presa certo bene e qualcuno ipotizza anche che presto potrebbe lasciare il gruppo e il partito. In queste ore, si sta provando a convincerlo offrendogli il prestigioso ruolo di capogruppo, ma non si sa se Cioffi si accontenterà. Per quanto riguarda l'assessorato, invece, fermo restando, l'impossibilità di Massaro di far pesare la sua opinione, dato che la sua posizione è appesa al ricorso presentato da Lutri, l'Udc scorre la lista dei non eletti. Naturalmente, lo stesso Lutri non è interessato. Ugualmente la seconda dei non eletti Pina Amato, si è pure lei dichiarata non interessata. Scorrendo ancora la lista, si arriva al pareggio delle preferenze tra Francesca Benenati e Michele Cerreto. In un primo tempo la Benenati aveva rinunciato a sua volta, ma pare che stamattina ci abbia ripensato. Questo complica un po' i piani dell'Udc anche casertano che vedrebbe bene in giunta Michele Cerreto, esponente non certo di primo pelo del partito, che da anni lo vede come un suo punto di riferimento all'interno del Villaggio dei Ragazzi. G.G.