Cronaca Nera

L'INTERCETTAZIONE MADDALONI. Ecco le cifre della super truffa: gonfiando l'importo del condono, la mazzetta al geometra dell'ufficio tecnico e a Pietropaolo appariva conveniente

In calce all'articolo un'altra conversazione


MADDALONI - (g.g.) Diventa serrato, insistente, al limite dello spasmodico il tentativo dell'ingegnere Michele Pietropaolo di ottenere dalla vittima designata della presunta truffa, cioè Luigi Osati, quella somma di 5 mila euro a titolo di mazzetta per risolvere la questione del condono edilizio nell'ormai famosa casa di via Vico a Maddaloni.

Osati che a quel punto aveva già deciso di collaborare con la giustizia, riesce a far parlare Pietropaolo che più volte fa riferimento a "Michele" cioè al geometra Michele Della Peruta.

Osati si muove sul filo della enunciata impossibilità di raccogliere tutto quel danaro in poche ore e chiede un pò di tempo. Dice di avere un acquirente della casa e dice anche di aver ottenuto dallo stesso l'accensione di un mutuo che garantirebbe un rapido afflusso di danaro. Pietropaolo è sempre più impaziente e ribadisce che quel bollettino "magico" non sarà riempito fino a quando la
mazzetta non arriverà a destinazione. Alla fine accetta di formulare una cifra: circa 20 mila euro a fronte dei 38 mila prospettati ad Osati attraverso un'operazione puramente fraudolenta, visto che i soldi da scucire per il condono ammontavano a una cifra di 28 mila euro.

Ma è chiaro che con 28 mila euro sarebbe stato difficile mettere insieme la mazzetta da 5 mila e il versamento reale da 20 mila perchè il gioco non sarebbe valso la candela. Con la cifra gonfiata di 38 mila, invece, tra mazzetta e importo del bollettino si sarebbe arrivati a 25 mila con un risparmio, ovviamente fasullo, di 13mila euro.

Il resto lo leggete nella prima parte di quetsa conversazione intercettata tra Osati e Pietropaolo, rinviandovi a domani per la seconda parte.

 

QUI SOTTO IL TESTO INTEGRALE DELLO STRALCIO DELL'ORDINANZA