Politica

Tensione a TRENTOLA DUCENTA. Il consigliere Pellegrino all'attacco di Griffo: "Ma quale legalità, pensi alle forniture all'assessore Misso"

E' stato un articolo di Casertace, quello sulle forniture al comune di computer e cancelleria, ad infiammare in consiglio di comunale di martedì scorso TRENTOLA DUCENTA - Mart


E' stato un articolo di Casertace, quello sulle forniture al comune di computer e cancelleria, ad infiammare in consiglio di comunale di martedì scorso TRENTOLA DUCENTA - Martedi scorso, al consiglio comunale di Trentola Ducenta, si è consumata un'insolita bagarre tra il consigliere di minoranza Giuliano Pellegrino e gli assessori Saverio Misso, Giuseppe Esposito, cognato di Nicola Cosentino, Amedeo Grassia e il sindaco Griffo. L'alterco è sbocciato dopo l'intervento del primo cittadino incentrato sui  principi di legalità e trasparenza adottati dalla sua squadra nella gestione amministrativa. Pellegrino ha preso la parola subito dopo il discorso di Griffo dichiarando che i proclami della fascia tricolore "non corrispondono ai fatti", menzionando pure un articolo scritto proprio da Casertace.net (cliccq aui per leggere) nel quale avevamo parlato delle  forniture di computer e cancelleria varia al comune affidate alla  ditta dell'assessore Misso. La situazione è degenerata, è volata qualche parola di troppa, la discussione si è incattivita, così, il presidente del Consiglio  Eramo ha cercato in tutti i modi di riportare alla calma i consiglieri, purtroppo con risultati non incoraggianti.