Politica

S.MARIA C.V L'inciarmo è fatto: si restringe l'area di rispetto cimiteriale. Saranno le pompe di benzina sopra alle tombe

Ancora una volta Casertace si trova in beata solitudini nella denuncia di un'azione speculativa che da anni e anni tutti gli amministratori che si sono avvicinati al comune voleva


Ancora una volta Casertace si trova in beata solitudini nella denuncia di un'azione speculativa che da anni e anni tutti gli amministratori che si sono avvicinati al comune volevano realizzare, assecondando le brame del mitico Kavasaky S.MARIA C.V - Grandi manovre a S. Maria C.V. , dopo l'annuncio trionfale del neo assessore ai servizi cimiteriali Munno in relazione alla mega speculazione delle 2000 nicchie ( project financyng che avrebbe dovuto attuare Mastrominico se non fosse stato arrestato per i noti fatti di cronaca legati alla camorra) ancora grande attenzione viene rivolta al cimitero di S. Maria C.V. Sono anni che ogni 4, 5 mesi qualcuno tenta di portare in Giunta la delibera relativa al restringimento della fascia di rispetto cimiteriale. Tantissimi furono i tentativi dell'Ex sindaco Giancarlo Giudicianni legati soprattutto alla volontà di permettere l'apertura , in quell'area di 2 o più pompe di benzina ( ricordiamo un tal soprannominato  Kavasaky e un cugino e omonimo   dello zio dell'attuale sindaco  Franco Lamanna) Per motivi igienici ed anche per una eventuale necessità futura di ampliamento dell'area cimiteriale nel prg attuale di S. Maria C.V. è prevista un'area cosidetta di rispetto cimiteriale di 250 m quadrati , in quest'area non è assolutamente possibile edificare né pompe di benzina né tanto meno appartamenti o attività commerciali di alcun genere . Ovviamente ai cultori del mattone della città del Foro piange il cuore a vedere  tutta quell'area agricola decementificata  e stanno tentando di risolvere il problema approntando l'ennesima delibera di Giunta che riduca la zona di rispetto cimiteriale da 250 m a 50 m con buona pace dei defunti. Sembra che già sia stato rilasciato il via libera anche dalla commissione urbanistica e quindi non si aspetta altro che portare l'atto all'attenzione della nuova Giunta allargata Casertace, ancora una volta si ritrova a dover fare il lavoro dell'opposizione . Non è possibile che la minoranza non sia informata di quanto stia avvenendo vista la presenza, dei suoi membri in tutte le commissioni consiliari . Cosa aspettano ? Come sempre attendono che la casa prenda fuoco prima di correre a spegnere le fiamme? G.G.