Politica

AVERSA - Bagarre in consiglio. Lite tra Sagliocco, dello Vicario e della Valle su piazza Crispi. Ora il Pdl deve chiarire se i due appartengono ancora a questo partito o alla maggioranza

La questione dell'area ex CTP ha incendiato la seduta di oggi. E' chiaro che chi in passato aveva puntato sulla speculazione dei 500 posti auto sotterranei, non è contento del co


La questione dell'area ex CTP ha incendiato la seduta di oggi. E' chiaro che chi in passato aveva puntato sulla speculazione dei 500 posti auto sotterranei, non è contento del contenuto della nuova transazione.   AVERSA - Tutto come previsto: nel Pdl c'è un problema politico sorio, forte che il segretario cittadino ed il consigliere comunale Luciano Luciano è chiamato ad affraontare al più presto. Giampaolo dello Vicario e Luigi della Valle hanno votato a favore, oggi, in consiglio comunale, della mozione presentata da Imma Lama sulla nota vicenda di Piazza Crispi e della transazione tra il Comune e l'impresa privata per i lavori relativi all'area ex CTP. Un duro scontro verbale tra i due dissidenti, che hanno votato in dissenso rispetto al gruppo del Pdl, e il Sindaco Sagliocco. Dello Vicario e della Valle hanno accusato il Primo Cittadino di aver fatto tutto lui, quando, a loro avviso, su questa transazione si sarebbe dovuto pronunciare il consiglio comunale. Sagliocco ha replicato con speculare  veemenza, ribandendo e rivendicando una scelta che è servita a liberare la città  d quella che era diventata una vera e propria discarica a cielo aperto. La mozione presentata da Imma Lama è stata respinta con 14 no, tra cui quello del consigliere Cella, e 4 si, quelli della Lama, dello Vicario, della Valle e del consigliere comunale del Pd Marco Villano. Tre gli astenuti: Michele Galluccio che ha cominciato a distinguere la sua posizione da quella di dello Vicario e della Valle. Astentuti anche due consiglieri dell'Udc che a loro volta hanno spaccato il gruppo: si tratta di de Cristoforo e di Visceglia, i quali si sono fatti imbeccare diverse volte da Antonio Farinaro e da Bisceglia padre, con cui più volòte si sono incontrati per consultarsi fuori dall'aula consiliare. In conclusione, come dicevamo, ora il Pdl ha un problema politico. Due consiglieri, ma seppure in maniera più sfumata un terzo, cioè Galluccio, hanno votato contro le indicazioni del gruppo e del partito. Il partito è chiamato, ora, ad assumere una poszione chiara: dello Vicario e della Valle fanno parte ancora di questa maggioranza? Fanno parte ancora del Pdl? Sono risposte che il neo coordinatore cittadino Luciano non può eludere. G.G.