Cronaca Nera

MONDRAGONE, Maturità 2013, fine "primo atto"

La prova di italiano si è conclusa. Gli studenti sono stati spiazzati da Magris. Ai licei scientifici "Galilei"  di Mondragone e  "Majorana" di Sessa, la traccia "La ricerca sc


La prova di italiano si è conclusa. Gli studenti sono stati spiazzati da Magris. Ai licei scientifici "Galilei"  di Mondragone e  "Majorana" di Sessa, la traccia "La ricerca scommette sul cervello" è stata la più gettonata; al "Nifo" di Sessa prevale il tema artistico-letterario. Il vice-preside dell'ITC "Stefanelli" Enzo Guglielmo: "Tracce difficili per un istituto tecnico". Domani, ansia "alle stelle" per la seconda prova   da sinistra, Enzo Guglielmo (vice-preside dell'ITC "Stefanelli"),Raffaele Fiore (professore "Stefanelli") Maria Palmina Manica (professoressa "Galilei"), Angelo Supino e Silvio Manzillo (studenti "Galilei") MONDRAGONE- La prima prova di italiano della maturità 2013 è già un "dolce" ricordo. Allo scientifico "Galilei" e all' ITC "Stefanelli", i cancelli aprono alle 09:00. Si entra in ordine, una classe alla volta. Dizionari alla mano, in cartella quaderni e penne, nient'altro. Le tracce spiazzano i ragazzi. L'attesa per autori come Saba e Pirandello è stata vana. Niente "classici" per la tipologia A: "sorpresa" per tutti. Claudio Magris, senatore e scrittore contemporaneo, non era stato previsto. Commento di un brano tratto dalla sua opera "L' infinito viaggiare":  "doccia fredda" per i maturandi mondragonesi che aspettavano tutt'altro. Niente femminicidio nè dimissioni del papa: delusa ogni aspettativa. Nelle tipologie B, "Individuo e società di massa": Andy Warhol il più citato. "Stato, mercato e democrazia" tra gli argomenti preferiti dai galileiani. "Ho deciso di svolgere la traccia "Stato, mercato e democrazia" . Ho parlato della crisi, del progresso "ciclico". Sono partito dal capitalismo finanziario del '900. Molti hanno scelto l'analisi del testo"- ha commentato Angelo Supino, alunno dello scientifico mondragonese. A fargli eco, il compagno dello stesso istituto, Silvio Manzillo: "All'inizio, l'esame si è mostrato complesso ma poi si è rivelato semplice. Ho scelto la traccia scientifica scrivendo un saggio breve di 4 colonne. Ho fatto riferimento a Freud e Leonardo da Vinci. Domani ci sarà la seconda prova di matematica, quella che ci spaventa di più". La professoressa di lettere Maria Palmina Manica ha spiegato: "I ragazzi sono stati disorientati dalla lettura delle tracce, non se l'aspettavano, anche perchè non rispecchiavano gli argomenti svolti in classe. L'analisi del testo era fattibile. Il più scelto era quello di carattere scientifico. Assai gettonato, anche il tema sugli omicidi politici. L'unico che gli studenti hanno trovato assai difficile è stato quello di attualità. Hanno lavorato con un clima afoso". Anche all'ITC "Stefanelli", l'ansia era tangibile. Enzo Guglielmo, professore e vicepreside dell'istituto, ha detto: "Per un istituto tecnico, le tracce erano abbastanza complesse. Il più scelto è stato l'analisi del testo che parlava del viaggio. All'inizio i giovani erano un po' spaesati poi si sono ripresi. La prova di economia di domani spaventa un po' di più i giovani". Raffaele fiore, docente di materie umanistiche alla ragioneria, ha dichiarato: "Le tracce non erano particolarmente difficili, tutte belle ed interessanti. Gli alunni hanno scelto il tema classico, oppure la tipologia A, ovvero l' analisi del testo, sul viaggio e le frontiere. Anche quelle storico-politiche erano fattibili e senza particolari difficoltà; c' era quella sul fascismo ed il 1924; quella sui fatti di via Fani, del sequestro Moro e della strage della sua scorta, il 16 marzo del 1978, e del suo assassinio, il 9 maggio 1978, che, purtroppo non hanno fatto, ma erano temi importanti". Al liceo classico "Nifo" di Sessa Aurunca, a sentire le voci di qualche studente fuori l'edificio verso le 15:00, si è preferito l'ambito artistico-letterario e socio-economico. Domani, palpitazioni "alle stelle" per la versione di latino. Allo scientifico sessano "Majorana", precedenza all'analisi del testo di Magris e all'ambito tecnico-scientifico.        Walter De Rosa   Gli studenti del liceo Galilei

                                                                                                                                                                                                                                        

studenti fuori al Nifo di Sessa e quelli fuori all'Itc Stefanelli di Mondragone