Cronaca Nera

AVERSA - Spaccio di droga durante la Movida, arrestato pusher 29enne

L'operazione eseguita dagli agenti del commissariato della località normanna. A Lusciano la polizia acciuffa un pluripregiudicato 51enne   AVERSA - E' stata smantellata


L'operazione eseguita dagli agenti del commissariato della località normanna. A Lusciano la polizia acciuffa un pluripregiudicato 51enne   AVERSA - E' stata smantellata dagli agenti della squadra di polizia giudiziaria del commissariato di Aversa una centrale di spaccio di sostanze stupefacenti, base operativa per la fornitura di cocaina al mercato della movida aversana. Nella mattinata di oggi, martedì, è stato arrestato in esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Tribunale di Santa Maria Capua Vetere nell’ambito di indagini coordinate dal sostituto procuratore della procura della Repubblica di Santa  Maria Capua Vetere, Carlo Fucci: Mario Iavarone, 29enne  di Aversa, pregiudicato, ritenuto responsabile del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, nella fattispecie cocaina. Infatti pregresse attività investigative svolte da personale del commissariato di Aversa, che hanno consentito di sequestrare varie dosi di sostanza stupefacente, soprattutto nei fine settimana,  hanno dimostrato che nel comune di  Aversa il fenomeno dello spaccio di droga ha subìto un intensificazione esponenziale, coinvolgendo nell’attività di spaccio persone residenti e non, mercato destinato a giovani e meno giovani di vari ceti sociali residenti a volte anche in altri comuni limitrofi. Nell’ambito di tale attività sempre gli agenti del commissariato di polizia di Aversa hanno dato esecuzione ad un provvedimento di carcerazione emesso dalla procura generale presso la Corte d’Appello di Napoli a carico di Bruno Improta,  51enne di Lusciano, pluripregiudicato, originario del napoletano e più specificatamente del rione Monte Rosa, noto quartiere dominato dal clan camorristico Di Lauro, dovendo lo stesso espiare la pena residua di 4 mesi e 19 giorni di reclusione poiché ritenuto colpevole dei reati di traffico e detenzione al fine di spaccio di droga, per fatti commessi nell’anno 2002 nelle provincie di Napoli e Milano. Ad ultimate formalità di rito l’uomo veniva accompagnato presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere.