Cronaca Nera

S.MARIA C.V Nove indagati per il crollo del palazzo di via Mazzocchi

Lo riporta il blog del collega Prospero Cecere (clicca qui per leggere). E' di proprietà dell'imprenditore di S.Cipriano, trapiantato in Emilia, Cecoro. C'è stato un passaggio


Lo riporta il blog del collega Prospero Cecere (clicca qui per leggere). E' di proprietà dell'imprenditore di S.Cipriano, trapiantato in Emilia, Cecoro. C'è stato un passaggio anche delle responsabilità tecniche. L'inchiesta è alle fasi iniziali. S.MARIA C.V - Nove indagati. Un atto dovuto della procura della repubblica sulla scorte di una prima informativi degli uomini del locale commissariato che stanno indagando sul crollo del palazzo di via Mazzotti. Lo riporta in esclusiva il blog del collega Prospero Cecere (clicca qui per leggere l'articolo completo). Sempre dal blog di Cecere emerge che la proprietà era dell'imprenditore di San Cipriano trapiantato in Emilia Cecoro ed emerge pure che c'è stato un avvicendamento di tecnici al tempo del vecchio proprietario poi deceduto, era fondamentalmente, l'ingegnere Tonino Napoletano ad occuparsi dei lavori. Successivamente tutto sarebbe passato nelle mani del gruppo Naridello-Aiossa. Naturalmente l'inchiesta è appena partita e non si può certo stabile già da ora se eventuali responsabilità possano essere addebitate a chi dei lavori al palazzo si sta occupando adesso o se ci sono anche eventuali responsabilità pregresse. Fatto sta che tutto il blocco dei palazzi è destabilizzato e occorrerà fare delle verifiche molto attente anche ai condomini che sono collegati alla costruzione crollata sabato mattina.