Politica

MARCIANISE Giuliano mente: è stato Alfano sollecitato dalla Petrenga a candidare De Angelis. La deputata aveva la delega per la lista. Tartaglione vicesindaco? De Angelis va a casa subito

Il sindaco neo eletto è stato votato perché deve interpretare il desiderio di cambiamento che si è levato forte dalla città di Marcianise. Inciuciando con Polverino, applich


Il sindaco neo eletto è stato votato perché deve interpretare il desiderio di cambiamento che si è levato forte dalla città di Marcianise. Inciuciando con Polverino, applicherebbe, invece, prassi vecchie datate e iper clientelari. MARCIANISE - La bugia, in politica, non è peccato. O meglio è un peccato veniale derubricato da quella che è la tabella dei valori morali. I politici più abili dicono bugie, a scopo tattico e a volte anche strategico. Pasquale Giuliano è un politico abile, per cui, qualche volta, la bugia la dice. E' successo, per esempio, ieri, venerdì, quando durante la conferenza stampa di festeggiamenti per le due vittorie del Pdl a Marcianise e a Maddaloni, ha detto che il merito delle due affermazioni va ascritto al partito e soprattutto a Polverino, e fin qui nulla di particolare. Nella premessa dell'ex senatore non c'è traccia di bugia. Ma al 70enne e rotti di Aversa si allunga un po' il naso nel momento in cui sostiene che Giovanna Petrenga, deputata di Caserta, non aveva la delega per la presentazione della lista a Marcianise. Non è così. La delega ce l'aveva eccome, e se sarà necessario ne pubblicheremo copia. Punto secondo: fosse dipeso da lui e Polverino, il candidato sindaco sarebbe stato Antonio Tartaglione. E' stato il partito, da Roma, a telefonare a Giuliano dopo un intervento diretto fatto dalla Petrenga su Alfano per imporre il nome di De Angelis. Questa è la pura verità dimostrabile documentate in ogni secondo. E se qualcuno vuole smentire si accomodi pure. Se De ANgelis fa diventare vice sindaco Antonio Tartaglione, come si dice, tradendo il suo messagggio politico improntato al nuovo, al cambiamento, rischia di non arrivare nemmeno a luglio, dato che, al di là delle dichiarazioni di maniera, i 3 di Fratelli d'Italia, di Gerardo Trombetta, si sfilerebbero. E con loro si sfilerebbe anche Paride Amoroso di Grande Sud e forse almeno uno dei consiglieri eletti del Pdl A De Angelis che ci è simpatico abbiamo già fatto ieri il punto della situazione. Lui è il cambiamento, Polverino, il suo metodo di lavoro, il modo con cui conquista i suoi voti sono il vecchio che più vecchio non si può. De Angelis deve destrutturare, cambiare quello che Tartaglione aveva costruito anche negli uffici del comune. Si parla di un ufficio stampa che costava 4 mila euro al mese. La gente di Marcianise l'ha votato per questo. Gianluigi Guarino