Cronaca Bianca

MONDRAGONE - LE INTERVISTE VIDEO di CAMPANIA FELIX Arriva l'estate, stop della musica per lidi, bar e club all'una. INSORGONO I TITOLARI

In Consiglio comunale il 21 giugno si discuterà anche della mozione della Coalizione di Centro che intende modificare il regolamento comunale. In primo piano uno stralcio delle v


In Consiglio comunale il 21 giugno si discuterà anche della mozione della Coalizione di Centro che intende modificare il regolamento comunale. In primo piano uno stralcio delle video interviste che andranno in onda oggi, sabato,  sul canale 613 oppure 694  di Campania Felix alle 13.10,  17.30, 21.40. Tutto pronto per la surroga di Fusco e Federico

MONDRAGONE - E' una questione che un anno fa fu ampiamente trattata da Casertace e che all'apertura della nuova stagione balneare torna nuovamente in primo piano. Stiamo scrivendo delle limitazioni alle emissioni acustiche per i locali che espletano, soprattutto in zona lido, attività di intrattenimento notturno con spettacoli e manifestazioni musicali.

Il prossimo consiglio comunale si terrà il 21 giugno e verrà principalmente espletato per la surroga dei consiglieri Camillo Federico e Mario Fusco che saranno rispettivamente sostituiti dai consiglieri Luigi Beatrice e Carmine Del Prete.  All’ordine del giorno, dopo la formalizzazione della surroga, ci potrebbe essere la votazione sulla mozione consiliare proposta dalla coalizione di centro e finalizzata ad innalzare il limite delle emissioni acustiche per i piccoli trattenimenti musicali (attualmente l’una di notte) alle 03.00 nei fine settimana dei mesi di giugno, luglio ed agosto. La materia è molto sentita tra i giovani e tra i gestori dei lidi, dei  pub e dei bar che auspicano la modifica del regolamento introdotto dal commissario Prefettizio per consentire all’offerta turistica privata di non ricevere limitazioni un una realtà che dovrebbe stimolare e valorizzare la naturale vocazione turistica e recettiva. Tutti i titolari di attività recettizie si schierano a favore della richiesta di modifica e rivisitazione della materia che potrebbe registrare un approccio bipartisan.

Tra le altre cose, proprio un anno fa ebbe successo anche la famosa raccolta di firme proposta dalla Coalizione di Centro. Ma dopo un anno nulla è cambiato. Il regolamento comunale, approvato con delibera commissariale nel 2012, prevede lo spegnimento di ogni intrattenimento musicale a partire dall’una di notte. In piena estate, il limite danneggia l’economia dei locali, soprattutto nella zona-mare. Spegnere la musica all’una significherebbe spegnere l’intera città, condannandola a diventare un “cimitero di vivi”. I ragazzi si recherebbero  nei paesi vicini. Commercianti, politici e cittadini sono intervenuti in merito. Gaetano Marrone dello “Chalet Kennedy”: “Il regolamento va rivisto, è necessaria una proroga. Bisogna trovare un accordo con l’amministrazione”. Marco Pagliaro del movimento civico “Mondragone città possibile”: “Vogliamo convocare una conferenza di servizi con gli uffici competenti per la revisione del piano di zonizzazione urbana”. Luigi Mordacchini, commissario Udc e coordinatore della Coalizione di Centro: ““La modifica del regolamento è secondo noi una priorità amministrativa. Il rilancio dell’economia locale parte anche da queste piccole cose. Infatti poter garantire maggiore flessibilità sugli orari , sempre nel rispetto dei limiti imposti dalla normativa sull’inquinamento acustico, potrebbe rappresentare un arma in più per i diversi locali che nel periodo estivo cercano di intrattenere al meglio i tanti giovani che affollano la zona mare. La nostra speranza è che tali scelte amministrative siano condivise non solo dai nostri rappresentanti ma bensì dall’intero Consiglio comunale” Ivan Tipaldi gestore dello Chalet Cin Cin auspica una modifica del regolamento per consentire ai gestori dei locali di poter lavorare e migliorare l’offerta turistica ed artistica di cui si rendono quotidianamente promotori. All stesso modo Alessandro Gentile gestore del Pipe è convinto che gli amministratori sapranno ascoltare le istanze che vengono dai soggetti impegnati nel settore dell’offerta recettiva e turistica al fine di migliorare il servizio offerto e di rendere Mondragone notturna una realtà unica. Infine l’Avv. Gianluca Palmieri – noto organizzatore di eventi musicali ed artistici, auspica una rivisitazione della materia e una modifica del regolamento in maniera tale da renderlo aderente alle reali esigenze dei gestori dei locali tenuto conto che la movida Mondragonese sta diventando sempre più una occasione di  promozione di giovani musicisti ed artisti emergenti della nostra città. Anche l’Assessore Pacifico – intervistato dal corrispondente di zona del quotidiano Cronache di Caserta, Walter De Rosa per conto dell'emittente Campania Felix- ha assicurato una risposta celere e soddisfacente. Staremo a vedere Max Ive