Cronaca Bianca

AVERSA - Le classi del Siani e alcune sezioni dell'Ipsar Drengot saranno accolte presso il Gallo e l'Andreozzi

La decisione assunta dalla Provincia di Caserta che ha avviato l'attività di razionalizzazione dei costi degli edifici scolastici AVERSA -La Provincia di Caserta ha avviato un'a


La decisione assunta dalla Provincia di Caserta che ha avviato l'attività di razionalizzazione dei costi degli edifici scolastici

AVERSA -La Provincia di Caserta ha avviato un'attività di razionalizzazione dei costi e delle spese di gestione degli edifici utilizzati come sedi per gli istituti scolastici superiori di Terra di Lavoro. In particolare sono stati effettuati sopralluoghi ad Aversa presso l'Itcg 'Andreozzi' che sarà destinato ad ospitare una parte dell'Ipsar 'Drengot' e presso l'Itc 'Gallo' che accoglierà le classi del Liceo 'Siani'.

 I due provvedimenti consentiranno l'abbattimento dei costi per la locazione. Nello specifico con il trasferimento del 'Siani' (il contratto è stato rescisso e la riconsegna degli immobili è prevista per il 31 agosto 2013) la Provincia risparmierà più di 300mila euro nell'anno 2013. Con il trasloco delle classi dell'Ipsar Drengot, sarà realizzata un'economia di circa 60mila euro.  

Tale attività si inserisce all’interno del programma complessivo di razionalizzazione dei costi inerenti i fitti passivi degli edifici utilizzati come sedi per gli istituti scolastici superiori di Terra di Lavoro. Il risparmio totale, in riferimento al solo anno 2013, sarà di circa un milione di euro.

“Questa operazione di riduzione dei costi – ha spiegato il presidente della Provincia di Caserta, Domenico Zinzi – assume un’importanza particolare in un momento molto delicato come quello attuale, caratterizzato da pesanti tagli nei confronti degli enti locali. Continua, quindi, l’attività della Provincia di Caserta volta al contenimento delle spese, così come imposto dalla spending review. Nonostante tutto, però, riusciremo a garantire il mantenimento di un adeguato livello di servizi per gli studenti”.