Cronaca Nera

CASERTA - La moglie lo lascia. Netturbino di Recale si dà fuoco a San Clemente. E' morto il 53enne

Oltre alla questione sentimentale, ad innescare il folle gesto anche un problema legato al proprio lavoro  CASERTA -  E' deceduto nella tarda serata di ieri, lunedì presso l


Oltre alla questione sentimentale, ad innescare il folle gesto anche un problema legato al proprio lavoro 

CASERTA -  E' deceduto nella tarda serata di ieri, lunedì presso l’ospedale civile “Cardarelli” di Napoli  – reparto grandi ustionati, Salvatore Volatile , il 53enne di Recale, dipendente dell'impresa Alba Paciello che gestisce la raccolta dei rifiuti in molti comuni della provincia di Caserta, tra cui proprio Recale, che nella giornata di domenica, dopo essersi cosparso di benzina davanti all'abitazione dell'ex moglie di 49 anni di Aversa, si era dato fuoco.

L'uomo stava attraversando un momento molto difficile sia da un punto di vista sentimentale, che da un punto di vista economico. E forse le due cose non erano disgiunte l'una dall'altra. D'altronde si conosce la vita grama di molti operatori ecologici che sono passati dal Consorzio, alle imprese private, che spesso hanno difficoltà a pagare gli stipendi. Evidentemente tutto questo ha innescato il momento di disperazione che indotto Salvatore Volatile ad uccidersi in maniera atroce.