Cronaca Bianca

LE FOTO CASERTA - In migliaia all'addio a Raffaele Ceceri

Chiesa di S. Anna stipata. Tante autorità delle istituzioni politiche e della magistratura, ma anche tanta gente comune, tanti amici di famiglia e del figlio, avvocato Chicco Cec


Chiesa di S. Anna stipata. Tante autorità delle istituzioni politiche e della magistratura, ma anche tanta gente comune, tanti amici di famiglia e del figlio, avvocato Chicco Ceceri   CASERTA - Una chiesa gremita, ma silenziosa e commossa. Numerosissimi i casertani accorsi per dare l’ultimo saluto a don Raffaele. Esponenti della politica , e delle Istituzioni, dirigenti, professionisti, avvocati, imprenditori, i consiglieri comunali, gli amici di sempre come il magistrato Raffaele Piccirilo e Anthony Acconcia , ma anche tanta gente semplice che ricorda la generosità di don Raffaele. Intorno al figlio Chicco, noto e brillante amministrativista, si è stretta tutta la grande famiglia che, come ha sottolineato il parroco don Giovanni Gionti nella sua accorata omelia, ha sempre avuto in don Raffaele il suo punto di riferimento. Mancherà a molti il suo sorriso accogliente e la sua capacità di ironizzare sulla politica. Aveva 80 anni, ma uno spirito giovane e aperto alle istanze più moderne. E' nota la sua propensione per i giovani, mai un giudizio malevolo, ma sempre consigli paterni pieni di buon senso. Un padre della comunità, impegnato nel sociale e nella politica, proteso nel contempo nell’aiuto di chi è stato nel bisogno, così  lo ha ricordato don Gionti, e così lo ricorderanno tutti. Un uomo coraggioso che nemmeno la grave invalidità di guerra aveva mai fermato. Vitale e dinamico, sempre presente negli eventi della città, ne  rappresentava la memoria storica . E la città intera lo ha salutato. Stefania Modestino