Cronaca Bianca

MOSTRO DEI VELENI Ecogest a Lo Uttaro. Del Gaudio si sente già spacciato e vara un comitato di garanzia per controllare l'attività degli impianti

Questo è ancora emerso nel corso della seduta dei tre consigli comunali svoltasi a San Nicola e che noi abbiamo seguito. In verità, soprattutto di due consigli, dato che di quel


Questo è ancora emerso nel corso della seduta dei tre consigli comunali svoltasi a San Nicola e che noi abbiamo seguito. In verità, soprattutto di due consigli, dato che di quello di Caserta erano presenti solo la miseria di due consiglieri, come ha sottolineato il Primo Cittadino di San Marco Evangelista, Cicala.   SAN NICOLA LA STRADA - Al Consiglio Comunale di San Nicola la Strada di oggi, sabato, hanno partecipato i sindaci dei tre comuni adiacenti alla zona lo Uttaro: Caserta, San Nicola e San Marco. Gli amministratori presenti, restano però in attesa dell'esito delle votazioni del Primo Cittadino di Maddaloni, affinchè anche quel sindaco si unisca al più presto a loro. Durante il dibattito di questa mattina,  il Sindaco di San Marco Evangelista Cicala, ha messo in evidenza la presenza di tanti consiglieri dei comuni di San Nicola la Strada e San Marco Evangelista, rilevando, con sorpresa, invece la presenza di solo due consiglieri del Comune di Caserta. Ciò, a detta di Cicala, ha messo in luce come il tema affrontato non interessi particolarmente i cittadini del comune capoluogo mentre è di importanza fondamentale per gli altri due comuni. Nonostante sia stato duramente contestato nel corso del dibattito, come già scritto in precedenza, il Sindaco di Caserta si è detto soddisfatto dell'esito del consiglio: "La comune e sempre più ampia consapevolezza della necessità e della utilità di ragionamenti e azioni comuni ha fatto - ha dichiarato il Sindaco del Gaudio in una nota diramata alla fine dell'evento - sì che sia evidente a centinaia di migliaia di cittadini che in tempi brevi, dopo l'inizio delle attività di  caratterizzazione, partiranno la messa in sicurezza e la bonifica di tutta l'area Lo Uttaro" . Inoltre, il Primo Cittadino, ha più volte espresso il suo parere sulla vicenda, come evidenziato anche  nella nota stampa, in cui ha affermato: "la mia amministrazione è stata costretta ad adottare il decreto collegato all'autorizzazione solo dopo l'esito di sentenze del Tar e, recentemente, da quella interlocutoria del Consiglio di Stato ove ancora ricorriamo. Ora, mentre auspico che il Consiglio di Stato definisca una sentenza che possa autorizzarci alla revoca del decreto comunale, mi auguro che il comitato di garanzia istituito dal Consiglio comunale congiunto possa, con la collaborazione tra consiglieri e cittadini e di concerto con l'attività istituzionale di controllo che dovrà essere messa in campo da tutti gli enti e le istituzioni competenti, assicurare la corretta e puntuale verifica dell'osservanza delle leggi nell'impianto, la cui attività non è peraltro ancora iniziata". Nel corso della seduta congiunta dei tre Consigli Comunale, è stato istituito un Comitato di garanzia: si tratta di un organismo di controllo e di tutela della normativa vigente in materia di ambiente, che sarà formato da 2 consiglieri per comune, uno di maggioranza e uno di minoranza. Fabrizio Arnone