Politica

GUARDA IL VIDEO Grillo non piace a Toni Servillo: "So che mi farò dei nemici, ma sono sincero. Dietro la sua spinta distruttiva c'è il vuoto"

L'attore casertano l'ha detto ieri sera, venerdì, durante la puntata di Otto e mezzo in onda La7 condotta da Lilli Gruber. IN CALCE ALL'ARTICOLO IL VIDEO  CASERTA - Toni Serv


L'attore casertano l'ha detto ieri sera, venerdì, durante la puntata di Otto e mezzo in onda La7 condotta da Lilli Gruber. IN CALCE ALL'ARTICOLO IL VIDEO  CASERTA - Toni Servillo è  un uomo orgoglioso della propria casertanità. Rappresenta indubbiamente per la nostra provincia uno dei pochi stendardi da sfoggiare che ci permette di dire che Caserta, se si impegna, è capace di partorire anche qualcosa di buono. Da poco Toni è tornato sul grande schermo nel film di Paolo Sorrentino La grande bellezza presentato al concorso cinematografico di Cannes . Visto che parliamo di Servillo sentiamo l'obbligo di sentenziare, risultando  un po' campanilistici e forse trasbordando nell'ovvio, che si tratta, al momento, di uno degli attori più bravi in circolazione, ma confessiamo che questo spot pro-Servillo l'avremmo fatto anche se fossimo stati milanesi, palermitani o altoatesini. La bravura di Toni non fa notizia, ormai vive di luce propria e, in realtà, non spetta a noi, mediocri cultori di cinema, commentarla. Fa notizia invece il giudizio dell'attore casertano,  esplicitato ieri sera, venerdì,  durante la puntata di Otto e Mezzo, su Beppe Grillo. Servillo, incalzato dalla Gruber "Le piace Grillo?" si è così a riguardo seccamente pronunciato: "So che mi farò dei nemici ma sono sincero, Grillo non mi piace. Non mi piace il linguaggio, non mi piace il tono.Dietro la sua spinta distruttiva c'è il vuoto" Servillo confessa di vedere nel comico genovese troppo di quel vecchio leaderismo che è passato da "Rienzi a Masaniello e che è stato in Berlusconi". "Io ho ricevuto un'altra educazione - ha commentato l'attore - Il palcoscenico mi ha insegnato una moralità tesa a non distruggere soltanto, a stare insieme, ad ascoltare chi ha più esperienza di me, a fare tesoro del passato" Per la cronaca anche al regista napoletano Sorrentino Grillo non piace: "Non mi suscita grande entusiasmo. Mi sorprende la sicurezza con la quale stabilisce chi sono i buoni e chi sono i cattivi" Giuseppe Tallino   QUI SOTTO IL VIDEO DELL'INTERVISTA