Politica

MARCIANISE - Foglia in piazza Borsellino dà la parola ai giovani

Affrontati i problemi storici della città attraverso un confronto con un giovane salito sul palco MARCIANISE - Se qualcuno, in questa compagna elettorale, aveva nutrito il minim


Affrontati i problemi storici della città attraverso un confronto con un giovane salito sul palco

MARCIANISE - Se qualcuno, in questa compagna elettorale, aveva nutrito il minimo dubbio sul suo modo di fare ossia che ci fosse ben poco d’improvvisazione perché il tutto era accuratamente studiato, ieri sera  nel comizio di  Piazza Borsellino nel rione 167, si è certamente ricreduto. Foglia a pochi minuti dal suo intervento, rovesciando per l’ennesima volta la formula classica del comizio, ha invitato sul palchetto uno dei giovani presenti e si è sottoposto alla sua raffica di domande.

“ Perché nelle industrie e strutture commerciali presenti sul territorio -ha esordito il ragazzo- ci sono pochi marcianisani e cosa si può fare per creare nuova occupazione?”. “Finora chi ha investito sul nostro territorio -ha risposto Foglia- ha dato particolare attenzione ai propri concittadini ed una politica poco attenta ha prediletto l’amico o un suo compare. Io, invece, promuoverò il territorio facendo presente agli operatori economici che il nostro Comune è efficiente, trasparente, aperto a tutti e che occorre individuare il personale tra le competenze e professionalità locali. Laddove le nostre maestranze non dovessero adattarsi alle loro esigenze procederemo ad un’adeguata formazione”. Ed il giovane, ha di nuovo incalzato Foglia con un’altra domanda:” Abito nella strada parallela a quella in cui è situata la palestra dove si allenano i campioni di boxe del maestro Brillantino. Ogni qualvolta, ci sono gli allenamenti, purtroppo, le nostre strade sono bloccate per la presenza di tante auto. “Non è possibile realizzare un ring, una struttura più adeguata ai nostri campioni internazionali?”.

“La nostra amata Marcianise -ha replicato Foglia con visibile soddisfazione- è ormai un’eccellenza non solo nella boxe ma anche nel calcio e la promozione del “Progreditur Marcianise” in serie D ne è una felice conferma e nella pallavolo. E’ in cantiere la realizzazione del Palazzetto dello Sport nel rione Medaglie d’Oro mentre l’area dell’attuale campo sportivo sarà adibita a Parco Urbano. Pensiamo, inoltre, di costruire un nuovo campo sportivo a ridosso del Velodromo che diverrà  arena per spettacoli ed eventi sportivi e di realizzare campi di calcetto nei pressi del vecchio Macello.

Per tutte queste opere, attingeremo ai finanziamenti specifici e ricorreremo allo strumento del partenariato pubblico-privato, dal momento che molti imprenditori già mi hanno manifestato la loro volontà di venirci incontro in cambio di un ritorno economico in termini di attività commerciali”.

Ultima domanda sul Ring Verde:” Che ne sarà ?”.

Si tratta di un polmone verde, finanziato con due milioni di euro, che porteremo avanti.

Dulcis in fundo del suo intervento una punzecchiata al suo competitore.

“Io chiedo il voto con un programma alla mano e un’idea di crescita della città -ha concluso Foglia- mente il mio avversario dispensa solo bacini, chiede di non votare per Squeglia e Zinzi  e lascia un volantino zeppo di calunnie ed infamità in cui mi definisce una foglia di fico.

I marcianisani, però, son persone acute, di grande intelligenza che non affideranno mai il governo della città ad un soggetto che sa solo offendere e ai suoi amici che ci hanno regalato il commissariamento e l’immobilismo”.

Più dura l’invettiva del segretario politico dei Prima Vera Cittadina, Casimiro Golino: “ Sicuramente è curioso e ridicolo che questa città sia amministrata da consiglieri regionali e parlamentari aversani contrariamente alla nostra classe politica forte e preparata che impediva di dettar legge sul nostro territorio.”

“Intorno a Ciro, persona di grande autonomia, competenza, affidabilità - ha concluso Golino- abbiamo creato una coalizione compatta e coesa che governerà per 5 anni, in contatto quotidiano coi cittadini e sulla base di un programma ambizioso e concreto”.