Cronaca Nera

Agg. 11.54 PIEDIMONTE - Narcotizzano ragazza per violentarla sul monte San Pasquale, arrestati i due aggressori

Sono di Cerreto Sannita in provincia di Benevento. L'episodio è avvenuto stanotte nelle vicinanze del Santuario di Santa Maria Occorrevole. Li hanno acciuffati i carabinieri del


Sono di Cerreto Sannita in provincia di Benevento. L'episodio è avvenuto stanotte nelle vicinanze del Santuario di Santa Maria Occorrevole. Li hanno acciuffati i carabinieri della locale Compagnia   Aggiornamento 11.54 - A conclusione di una rapidissima attività investigativa, i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Piedimonte Matese, questa mattina, mercoledì, all’alba hanno proceduto all’arresto di Vincenzo Vinciguerra, 38enne, e di Pasquale Barbieri, 44enne, entrambi di Cerreto Sannita nel beneventano, poiché ritenuti responsabili di una violenza sessuale ai danni di una giovane donna di Piedimonte Matese. Secondo quanto emerso dalle prime indagini, la vittima, dopo essere stata narcotizzata con una bevanda, è stata stuprata dai due in una zona isolata, ubicata in località San Pasquale di Piedimonte Matese, proprio nelle vicinanze del Santuario di Santa Maria Occorrevole. La ragazza, dopo aver subito la violenza è riuscita a divincolarsi e a rifugiarsi in un locale pubblico dove ha chiesto aiuto. Sul posto sono intervenuti i carabinieri che hanno soccorso la vittima e hanno bloccato i due aggressori. La giovane è stata ricoverata presso l’Ospedale Civile di Piedimonte Matese, mentre i due fermati dopo le formalità di rito sono stati trasferiti presso la Casa Circondariale di Santa Maria Capua Vetere.   PIEDIMONTE MATESE - E' giunta questa notte, quella tra martedì e mercoledì, una telefonata al comando stazione dei carabinieri di Piedimonte Matese, nella quale una donna, di nazionalità straniera, ma ospite di una famiglia del posto, ha sostenuto di aver subito un tentativo di stupro, da due giovani italiani non residenti in città Secondo le prime indiscrezioni raccolte e pubblicate dal sito Caiazzo Rinasce.net, la donna era in compagnia dei due presunti aggressori, i quali dopo averla condotta sulla montagna di San Pasquale, avrebbero tentato consumare un rapporto sessuale contro la volontà della ragazza straniera. Dopo essersi fortuitamente liberata, la vittima ha chiamato i carabinieri, che hanno subito acciuffato i giovani. Ora si attende l'esame specialistico dei medici per acclarare il tentativo di stupro. Per saperne di più clicca sul link qui in basso   CLICCA QUI PER LEGGERE L'ARTICOLO