Politica

MADDALONI AL BALLOTTAGGIO/ Tutti gli accordi segreti tra i grandi elettori e i due candidati De Lucia e De Filippo

Come si muovono gli uomini e le donne che pur avendo avuto buoni risultati al primo turno non sono riusciti ad approdare al ballottaggio MADDALONI - Nessun apparentamento, ma t


Come si muovono gli uomini e le donne che pur avendo avuto buoni risultati al primo turno non sono riusciti ad approdare al ballottaggio MADDALONI - Nessun apparentamento, ma tanti abboccamenti. I due candidati a sindaco che si sfideranno domenica e lunedì prossimi, avvicinano e sono avvicinati dai candidati più forti delle liste che sono rimaste fuori dal ballottaggio. A occhio e croce si è capito che nell'area centrista, Enrico Pisani e Sferragatta sono orientati a votare per De Filippo. Stesso discorso per la parte, diciamo così, moderata del Pd, quella che fa riferimento alla famiglia Sabba e a Enzo Correra, detto lo stratega di via Roma. Mentre, anche per effetto del duro scontro verificatosi nei giorni scorsi, l'altra parte del Pd, quella che voleva l'apparentamento con il centro destra, potrebbe votare per la De Lucia, ci riferiamo al candidato sindaco Gaetano Esposito e l'ex senatore Gaetano Pascarella. Qualche voticino potrebbe arrivare a De Filippo anche da qualche franco tiratore del Pdl che già si è rivelato al primo turno. Si tratta ovviamente di scontenti e la loro scontentezza affonda le radici nel periodo precedente alla definizione dei candidati. Stesso discorso vale per l'Udc, anche in questo case a De Filippo potrebbe arrivare qualche apporto significativo. In ultimo c'è un problema ancora più serio: il senatore Enzo D'anna è un po' in freddo con la De Lucia ma soprattutto con gli uomini che la consigliano, dato che D'Anna è convito, e forse non ha torto ad esserlo, che un apparentamento con il gruppo centrista avrebbe garantito alla candidata del centro destra un successo pressoché certo. G.G.