Cronaca Bianca

S. MARIA C.V. - Pedone centrato da un auto mentre attraversa sulle strisce. Dramma sfiorato in via Consiglio d'Europa, il Pdl insorge

Questa volta la presa di posizione di Salvatore Mastroianni, coordinatore cittadino del principale partito di opposizione prende le mosse da un fatto di cronaca SANTA MARIA CAPU


Questa volta la presa di posizione di Salvatore Mastroianni, coordinatore cittadino del principale partito di opposizione prende le mosse da un fatto di cronaca

SANTA MARIA CAPUA VETERE - Questa volta l'intervento del PDL, principale partito di opposizione all'amministrazione comunale, parte da un fatto di cronaca, verificatosi ieri mattina, domenica, in via Consiglio d'Europa, di fronte alla farmacia e al Bar Cappiello. Un auto ha travolto un pedone  che attraversava le strisce pedonali. Un altro episodio che la dice lunga sul grado di pericolosità di un'area densissimamente popolata e priva, secondo il Pdl delle più elementari forme di tutela della sicurezza per automobilisti e pedoni.

Il pdl questa volta non ritorna ad affrontare la ben nota questione del ripristino del doppio senso di marcia, che il sindaco Di Muro aveva solennemente promesso in campagna elettorale e che non ha mai realizzato probabilmente su indicazione del consigliere comunale Nicola Leone, autore, al tempo, di quel piano di mobilità e che ancora oggi è l'uomo forte sia per quel che riguarda i vigili urbani, sia per quel che riguarda gli indirizzi relativi alla gestione dei parcheggi a pagamento.

G.G.

QUI SOTTO IL COMUNICATO STAMPA DEL COORDINATORE CITTADINO DI SANTA MARIA CAPUA VETERE SALVATORE MASTROIANNI

“Visti gli ormai innumerevoli episodi di incidenti stradali, gli investimenti di pedoni o finanche di cani randagi che si stanno ripetendo sempre più frequentemente nell’intero quartiere sarebbe il caso, a nostro sommesso avviso, che i nostri spensierati Amministratori comunali di sinistra, guidati da Mattucci, Di Muro e Stellato, pensassero a che strada prendere per rendere più sicura l’intera area del rione C1 Nord, almeno per quanto riguarda la segnaletica orizzontale e verticale, o  di dissuasori di velocità (dossi pedonali o altro): il tutto prima che succeda qualche episodio di maggiore gravità”.

 

“Per la verità – prosegue il Coordinatore del PDL Mastroianni - le medesime esigenze di viabilità e sicurezza stradale, ma proprio le stesse, le riscontra anche un’altra importante periferia cittadina, cioè il Rione Sant’Andrea.

Se per caso, ma non lo pensiamo affatto, Mattucci, Di Muro e Stellato questa cosa non la volessero portare avanti semplicemente perchè gliela chiede il PDL, la facessero allora per il bene dei residenti e dei cittadini in generale o la applicassero almeno per i numerosissimi bimbi sammaritani che affollano quell’area in quanto frequentatori dell’unico grande Parco Giochi pubblico.

Il tutto al di là dell’ennesima promessa elettorale non rispettata dall’Amministrazione Di Muro, cioè il “Solenne impegno politico” da lui assunto durante la scorsa campagna elettorale volto al ripristino IMMEDIATO, e sottolineo immediato, del doppio senso di circolazione su Via Giovanni Paolo I e Via Galatina.

Evidentemente colui il quale applicò l’attuale sistema viario di quell’area all’epoca in cui era Assessore della vecchia Amministrazione di sinistra, cioè Nicola Leone, oggi che è ancora Consigliere della maggioranza sempre di sinistra Di Muro, Mattucci, Stellato, si sta prodigando non poco per difendere quello che ritiene essere probabilmente una sua “Creatura amministrativa“cioè quel sistema viario voluto sull’intero Rione.

In questo contesto ancora più curioso e assordante è il silenzio del Comitato C1 Nord, forse ancora presieduto da Pasquale Trepiccione, che fino a due anni fa non perdeva occasione per essere paladino di tutto ciò che accadeva nel Rione nei confronti della vecchia Amministrazione comunale; oggi invece, che è anche diventato Presidente dei Revisori dei Conti del Comune, eletto dalla maggioranza di Di Muro, forse ha semplicemente meno tempo a disposizione per dedicarsi alle problematiche del quartiere.

Rispetto a questi aspetti – conclude il coordinatore pidiellino Mastroianni - che sono a tutti gli effetti vere e proprie effimere questioni di “Lana caprina” non può passare in secondo piano la sicurezza e l’incolumità dei cittadini sammaritani”.