Cronaca Bianca

AVERSA - Ora Sagliocco ne ha le tasche piene del comandante Guarino: parte la procedura disciplinare

COMUNICATO STAMPA - Il primo cittadino ha dato mandato al segretario generale. La contestazione riguarda il mancato adempimento dell'ordinanza del luglio 2012 sulla regolarizzazio


COMUNICATO STAMPA - Il primo cittadino ha dato mandato al segretario generale. La contestazione riguarda il mancato adempimento dell'ordinanza del luglio 2012 sulla regolarizzazione e sull'attività di controllo e di repressione dell'abusivato nel commercio ambulante

AVERSA - Non è che il sindaco Sagliocco sia stato mai molto entusiasta dell'attività svolta dal comandante del nucleo dei vigili urbani della città normanna, Stefano Guarino, ma sulla vicenda del commercio ambulante ha deciso di essere severo e sanzionare il mancato espletamento delle sue funzioni con un provvedimento disciplinare.

Qui sotto il comunicato stampa del comune di Aversa

“Attivare provvedimenti di competenza in attuazione del decreto sindacale in data 6.04.2011, mai revocato, previsti dalla disciplina ex articoli 55 e 55 bis del d.lgs. 165/2011 ed in attuazione delle disposizioni di cui agli articoli dal 4 al 13 del CCNL del 22.02.2010”. questo quanto ha chiesto il sindaco di Aversa, Giuseppe Sagliocco, al segretario generale del Comune di Aversa dott.ssa Anna di Ronza nei confronti del Comandante della Polizia Municipale di Aversa Stefano Guarino. “Ripetutamente – ha detto Sagliocco – ho invitato il Comandante della Polizia Municipale ad effettuare controlli per la compiuta attuazione dell’ordinanza sindacale del luglio 2012 in tema di divieto di commercio ambulante in alcune zone della Città. A seguito delle ripetute note – spiega Sagliocco – ad oggi non risulta eliminato l’inconveniente evidenziato e proprio ieri ho verificato personalmente che il commercio ambulante in alcune zone centrali della Città risulta ancora proliferare”. E conclude Sagliocco: “per questo ho chiesto al segretario generale del Comune di attivare tutte le procedure del caso ed i provvedimenti consequenziali”.