Cronaca Bianca

ESCLUSIVA S.MARIA C.V - Il comune non ha pagato 15 fatture all'impresa dei rifiuti. Più di 2 milioni di euro il debito. Così siamo bravi tutti a fare gli attivi in bilancio

Dall'agosto scorso fino ad oggi non è entrato un euro nelle casse della Dhi, che, comunque, con proprio sforzi è riuscita a garantire il servizio S.MARIA C. V - L'intervento


Dall'agosto scorso fino ad oggi non è entrato un euro nelle casse della Dhi, che, comunque, con proprio sforzi è riuscita a garantire il servizio S.MARIA C. V - L'intervento fatto in consiglio comunale dal sindaco Di Muro durante il quale ha annunciato, con tono quasi trionfale che la sua amministrazione sta ottenendo grandi risultati in tema di contenimento delle spese e, automaticamente, in termini di risanamento, è stato sicuramente molto interessante, e ha avuto l'intenzione, secondo noi la pretesa di cambiare la valutazione, ma anche la percezione che di questa amministrazione comunale hanno i cittadini sammaritani. Santa Maria, nelle parole di Biagio Di Muro, diventa improvvisamente, città formica e non più città cicale. Le parole di Di Muro sono legate alle cifre approvate del consuntivo. Chi scrive un po' di esperienza sulla materia della contabilità degli enti locali, sulla quale a suo tempo ha sostenuto un brillante esame universitario, alla facoltà di economia e commercio di Napoli, se l'è fatta eccome. Se l'è fatta in misura sufficiente per considerare gli avanzi di amministrazione, le somme finali dei vari bilanci, un fattore secondario a volte irrilevante. I bilanci vanno letti con attenzione, a partire dai residui attivi che rappresentano oggi grazie anche a una normativa iper permissiva, in modo con cui truccano tutti i documenti contabili. Non so se avremo un po' di tempo, ma sicuramente un occhiata ai residui attivi e ai residui passivi soprattutto rispetto al loro connotato storico ce la daremo. Espresso il nostro punto di vista sulla questione generale ci ricolleghiamo alle parole del sindaco Di Muro, esprimendo una confutazione un poco più terra terra, meno scientifica, ma sicuramente efficace. Sindaco Di Muro lei non può parlare di un comune risanata e quasi in attivo, dato che questo comune continua a caricarsi di debiti e di obbligazioni non onorate. La notizia ve la diamo sulla coda. Dall'agosto del 2012, fino al 31 maggio 2013, la Dhi, cioè l'azienda che si occupa della raccolta dei rifiuti della città del foro ha presentato ben 15 fatture al comune. Bene, anzi male, nessuna di questa è stata pagata, e il comune da quasi un anno riceve il servizio senza scucire un euro. Al momento ha accumulato 2 milioni e 100 mila euro di debiti nei confronti di Dhi. Questa azienda significativamente più seria rispetto a tante altre che bazzicano in questo settore è riuscita a far fronte fino ad oggi agli stipendi dei dipendenti. Ma se continua quest'andazzo molto a breve ci potrebbero essere dei problemi, e allora si rischia di scatenare una protesta che potrebbe anche tradursi un uno sciopero. Sindaco Di Muro, in questo modo a far gli attivi siamo buoni tutti quanti. G.G