Cronaca Nera

LE INTERCETTAZIONI MADDALONI. Mazzetta & condoni: 'Se mi risolve il problema, lo porto alle Hawaii'

Da rimarcare, negli stralci che riportiamo in calce, la capacità di Osati di tenere botta e di far parlare l'ingegnere Pietropaolo, intermediario della tangente


MADDALONI - E' un lungo ed estenuante dialogo quello tra l'ingegnere Michele Pietropaolo e Luigi Osati individuato come il pollo da spennare dal citato ingegnere e dal geometra Michele Della Peruta, ma che invece di essere spennato ha messo entrambi nel sacco, visto che ha mirabilmente collaborato con i carabinieri a raccogliere tutti gli elementi che poi hanno portato all'arresto di Della Peruta e all'emissione di un provvedimento di divieto di dimora in provinia di Caserta a carico di Pietropaolo.

Osati tiene bene botta e negli stralci delle intercettazioni che pubblichiamo qui sotto, pur continuando a prendere tempo, ad esternare il problema di non poter ancora tirar fuori i 5 mila euro della mazzetta, ma di star facendo di tutto per farlo, fa parlare tantissimo Pietropaolo il quale a sua volta insiste nella sua tesi fondamentale: il suo interlocutore, cioè Osati, non potrà sapere quanto risparmirà, rispetto ai 38 mila euro "sparati" di proposito per farlo spaventare, dal geometra della Peruta fino a quando non avrà messo in una busta la mazzetta.

C'è una battuta che il proprietario dell'immobile di via Vico da condonare fa, per rendere credibile, davanti agli occhi e alle orecchie di Pietropaolo, la sua dipsonibilità legata ad un bisogno fortissimo, a pagare la tangente.

"Io lo porto pure a mangiare alle isole Hawaii."

Per il momento, aggiungiamo noi, niente Hawaai ma enitenziario e guai per Della Peruta e Pietropaolo.

 

QUI SOTTO LO STRALCIO INTEGRALE