Politica

IL COMMENTO - MADDALONI/ 4 candidati sindaco al microscopio: gettoni, indennità, giunta, ecco quello che accomuna e divide gli aspiranti alla fascia tricolore

A conclusione del nostro approfondito forum sulle elezioni comunali di Maddaloni abbiamo riassunto le tesi e le proposte contenute nelle risposte, per consentire ai lettori e agli


A conclusione del nostro approfondito forum sulle elezioni comunali di Maddaloni abbiamo riassunto le tesi e le proposte contenute nelle risposte, per consentire ai lettori e agli elettori di acquisire in sintesi informazioni utili a decidere per chi votare   Per la parte dedicata ai tagli della politica, alla composizione della giunta e al posizionamento in caso di ballottaggio, i quattro candidati hanno fornito risposte sostanzialmente simili, con alcuni punti fermi che li differenzia nella sostanza. Sui tagli sono tutti concordi, ma con  diverse posizioni. De Filippo e Pisani non usano mezzi termini, sono entrambi per la rinuncia all’indennità del Sindaco e dei Consiglieri Comunali. Esposito invece è in completo disaccordo: “Chi dice che rinuncerà all’indennità da Sindaco fa propaganda fine a se stessa. Queste dichiarazioni di rinuncia all’indennità comportano più interrogativi che tranquillità per i cittadini.” Questo è stato il commento del candidato Sindaco del Pd. La candidata del centrodestra Rosa De Lucia ha rilanciato la questione puntando sulle professionalità: “Eliminare completamente il rimborso spese per sindaco, assessori e consiglieri, soprattutto se questi abbandonano un’attività professionale per dedicarsi all’amministrazione della cosa pubblica, significherebbe o perdere le eccellenze e accontentarsi di basse professionalità”. Sulla composizione della Giunta la belle parole fioccano a dismisura. Pisani non da criteri di selezione, ma punta tutto sull’interesse della collettività. Esposito e Rosa De Lucia sono sulla stessa lunghezza d’onda: dare visibilità alle persone competenti. Il più chiaro di tutti è Andrea De Filippo: tutti esterni e di grande spessore, chi è stato eletto per fare il consigliere, anche se dovesse dimettersi, non entrerà in Giunta. Sulla questione dell’ingresso in Giunta degli Assessori delle passate Amministrazioni, Esposito e De Filippo sono i più netti: niente a che fare con il passato e rinnovamento. Pisani non da nulla per scontato, ma rassicura gli elettori sostenendo che il meglio della città sarà al suo fianco. Rosa De Lucia invece non fornisce una chiusura, ma si rifugia nella competenza. Con nove liste collegate e tanti uomini dell’Amministrazione Cerreto presenti nella coalizione, non poteva fornire risposta diversa. Sull’eventuale ballottaggio abbiamo riscontrato la maggiore differenza di posizioni. Rosa De Lucia è sicura del successo al primo turno. Pisani, Esposito e De Filippo non chiudono la porta a nessuno e lasciano intendere che se dovessero esserci i presupposti per condividere un percorso comune, allora potrebbero anche unire le forze. Francesco Farina