Cronaca Bianca

ESCLUSIVA/ Nasce un mini Consorzio rifiuti. Sta per partire l'ambito tra SPARANISE, S.MARIA la FOSSA e GRAZZANISE

Si tratta di un working progress. Siamo ancora in fase di contrattazione, ma a quanto pare potrebbe rappresentare l'unica salvezza per gli operatori dopo il tramonto del Cub. Potr


Si tratta di un working progress. Siamo ancora in fase di contrattazione, ma a quanto pare potrebbe rappresentare l'unica salvezza per gli operatori dopo il tramonto del Cub. Potrebbe entrare a far parte dell'ambito anche Calvi Risorta CASERTA - Il Consorzio rifiuti è al tramonto. I passaggi di cantiere non hanno risolto del tutto il problema degli ex lavoratori del Cub ancora senza arretrati, con un Tfr che pare un miraggio e con contratti nelle nuove ditte a 2 mesi rispetto a quelli a tempo indeterminato che avevano stipulato proprio con il Consorzio. La soluzione, a quanto pare, è ripassare la palla ai comuni con la formazione di ambiti territoriali. Più comuni messi insieme che si occuperanno della raccolta rifiuti, mettendo a disposizione  mezzi di proprietà, qualora ci fossero, e lavoratori che operavano sui cantieri locali ai tempi del Cub. Nel basso Volturno qualcosa si sta muovendo. Promotore  di un ambito per i rifiuti è stato proprio Grazzanise, comune sciolto per camorra e attualmente gestito da una triade commissariale. Grazzanise ha chiesto l'adesione all'ambito a Santa Maria la Fossa, che ha prontamente accettato, e a Francolise che, invece, si è dimostrato non interessato. Si chiama fuori dal  progetto anche Cancello ed Arnone, ma il terzo comune che potrebbe entrare a farne parte è quello di Sparanise. Lunedì, Antonio Papa, sindaco di Santa Maria la fossa, e Mariano Fausto Sorvillo, primo cittadino di Sparanise, si sono incontrati nel municipio grazzanisano per mettere in piedi l'ambito con i tre commissari, annunciando, inoltre, che l'invito in questi giorni sarà esteso anche a Calvi Risorta. Comunque, si tratta ancora di un working progress. Tutto è da definire. "Siamo in fase di contrattazione - ha dichiarato il dottor Papa - Quando sono stato invitato mi sono mostrato presto disponibile, ma parteciperemo all'ambito solo a 3 condizioni. Per S. Maria la fossa dovrà restare intatta la percentuale di raccolta differenziata - precisa il primo cittadino - I cittadini non dovranno subire aggravi sulla tassa per i rifiuti e il numero dei nostri operatori non dovrà essere modificato". Staremo a vedere. Giuseppe Tallino