Cronaca Nera

ORE 21.27 - MONDRAGONE - Salta il Consiglio comunale. L'inciucio Pd-Pdl c'è. Bocciata la proposta di ingresso in giunta dell'avvocato Petrella senior

Alle 20 è venuto a mancare il numero legale. Tutto rinviato a sabato   MONDRAGONE - Come annunciato in esclusiva alle 17.25 da Casertace, il Consiglio comunale sul Consu


Alle 20 è venuto a mancare il numero legale. Tutto rinviato a sabato   MONDRAGONE - Come annunciato in esclusiva alle 17.25 da Casertace, il Consiglio comunale sul Consuntivo è stato rinviato a sabato. In Assise non si sono presentati né gli uomini di Cennami, né quelli di Schiappa. Intorno alle 20, in aula, erano presenti solo i consiglieri di opposizione del Centro, Camillo Federico e Alessandro Pagliaro, nonchè Mario Fusco, Agostino Napolitano e Luigi Mascolo. Quindi è venuto a mancare il numero legale e tutto è stato rinviato. Assente anche il consigliere Giuseppe Piazza. Tra tatticismi e assenze strategiche né i consiglieri di maggioranza, né quelli di minoranza del Pd se la sono sentita di affrontare una seduta minata dalla notizia che anche la proposta di sostituire l'assessore Claudio Petrella con il padre sarebbe stata scartata da Cennami. A questo punto la posizione di Iandico sarebbe divenuta determinante assieme a quelle di Fabio Gallo e di Michele Conte di fronte alla proposta di ribaltone avanzata dal Pd di Cennami, che certamente non è stata digerita dai dubbiosi consiglieri del Pdl. Il fatto che né gli uomini di Schiappa si sono presentati in Consiglio, né quelli di Cennami, dimostra che l'inciucio Pd-Pdl c'è. Nelle ultime ore, inoltre si sarebbero sciolte le riserve sui futuri assessori del Pd: Anna Barbato e l'architetto  Michele Miraglia. Max Ive