Cronaca Bianca

MONDRAGONE - Rifiuti Zero, parte la raccolta di firme per una nuova proposta di legge

COMUNICATO STAMPA - L'evento si è svolto presso la sala del museo civico Biagio Greco   MONDRAGONE - Giovedi 16 maggio si è svolto a Mondragone presso il Museo Civico "


COMUNICATO STAMPA - L'evento si è svolto presso la sala del museo civico Biagio Greco   MONDRAGONE - Giovedi 16 maggio si è svolto a Mondragone presso il Museo Civico "Biagio Greco" l'incontro informativo e l'avvio della raccolta firme per la Legge d'Iniziativa Popolare "Zero waste - Rifiuti Zero". Obiettivo dell’iniziativa è stato quello di sensibilizzare ed informare  sulla strategia “Rifiuti Zero”, la quale oltre che sottolineare doveri riflette degli utili all’intera economia locale. I rifiuti, infatti, rivestono paradossalmente anche la funzione di “risorsa”, la quale non dev’essere sprecata o distrutta Una iniziativa davvero interessante, un primo, vero passo verso una diminuzione effettiva dei rifiuti capace di rendere inefficienti discariche e inceneritori che risultano essere dannosi per la salute pubblica e per l'ambiente. L’incontro, che ha previsto la partecipazione di Vincenzo de Luca, il quale ha esposto in maniera dettagliata le finalità della legge, illustrando la necessità della strategia rifiuti zero e segnalare il significativo legame tra la proposta di legge e la creazione di nuovi posti di lavoro. E' stato anche un’ occasione di formazione per i presenti  (cittadini, associazioni, movimenti e partiti politici) in quanto volto ad accrescere la conoscenza personale in termini di sviluppo eco-sostenibile ed occupazionale.  La partecipazione dei cittadini è stata soddisfacente, dichiarano gli organizzatori,  affermando di aver raccolto in sole 2 ore circa ottanta firme. In sala oltre a un nutrito gruppo di cittadini erano presenti anche esponenti istituzionali e politici. In particolare erano presenti il Vice Sindaco Valerio Bertolino, il Consigliere Mario Fusco e il segretario cittadino di SEL Giancarlo Burrelli, la cui presenza ci fa ben sperare per il futuro del Paese. E' solo un primo passo verso una virtuosa gestione dei rifiuti, dichiarano gli organizzitori, nonostante si tratti di un’iniziativa di legge molto complessa nella sua eterogeneità in quanto abbraccia diversi ambiti di interesse collaterali al tema dei rifiuti. A breve presenteremo, con l’ausilio del Dott. Vincenzo De Luca e di tutti coloro che vorranno collaborare fattivamente, una serie di iniziative volte alla riduzione dei rifiuti. L’auspicio  è che la politica inizi a trovare unità di intenti in tema ambientale. Tuttavia ci dispiace rilevare lo scarso interesse dei partiti politici e liste civiche che non hanno dato il loro sostegno all’evento, segno tangibile di una politica obsoleta dedita solo a giochi di potere, vendette trasversali e sete di poltrone mostrandosi, per l’ennesima volta, insensibili alle reali esigenze dei cittadini e del territorio. Infine, per una capillare raccolta firma sul territorio, facciamo appello a tutte le  associazioni e ai movimenti presenti sul territorio per  dare un contributo al raggiungimento delle 50.000 firme.