Cronaca Nera

Tenta di ammazzare con calci e pugni il pusher di fiducia: beccato dai Carabinieri 38enne di CERVINO

L'arrestato aveva tentato di uccidere lo spacciatore perché lo riteneva responsabile di avergli procurato un ingente danno economico CASERTA - I Carabinieri della Stazione di


L'arrestato aveva tentato di uccidere lo spacciatore perché lo riteneva responsabile di avergli procurato un ingente danno economico

CASERTA - I Carabinieri della Stazione di Caserta hanno rintracciato e notificato un ordine di esecuzione per la carcerazione, per tentato omicidio, emesso dall’ufficio esecuzioni penali di Voghera nei confronti di  Antonio Piscitelli, classe1975, di Cervino.

Piscitelli, unitamente ad un altro soggetto, tentava di uccidere uno spacciatore extracomunitario ritenuto responsabile, paradossalmente, di avergli provocato un ingente danno economico a seguito della ripetuta vendita, agli stessi, di sostanza stupefacente. Nello specifico il Piscitelli ed il suo complice, abituali acquirenti, dopo aver rintracciato in Voghera lo spacciatore, con la scusa di voler nuovamente acquistare la droga, lo facevano salire in macchina e dopo averlo accompagnato in una zona isolata lo colpivano con calci e pugni fermandosi solo dopo averlo creduto morto.

Per tali fatti accertati nel 1996, in Casei Gerola, dovrà espiare  4 anni e 4 mesi di reclusione. L’arrestato, quindi, è stato accompagnato presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere a disposizione dell’ A.G..