Politica

Nugnes assessora, Pasquale Sommese si pappa tutte le deleghe di De Mita, l'Udc di Caserta resta a secco

Resta da occupare la poltrona che una volta o l'altra Taglialatela dovrà pur lasciare libera. Ma a questo punto è difficile pensare dopo la nomina della Nugnes a un secondo asse


Resta da occupare la poltrona che una volta o l'altra Taglialatela dovrà pur lasciare libera. Ma a questo punto è difficile pensare dopo la nomina della Nugnes a un secondo assessore casertano   CASERTA - La nomina ad assessori di Daniela Nugnes e di Fulvio Martusciello completa per il momento il plenum della giunta regionale. C'è in effetti ancora un tassello da sistemare: quello di Marcello Taglialatela che, nonostante l'incompatibilità evidentissima, non sta certo facendo una bella figura sfruttando ogni giorno utile per fare sia il deputato  che l'assessore regionale. Il fronte dell'Udc che è molto interessante in quanto Caserta aveva rivendicato un posto in giunta esprime una novità non da poco: le deleghe di Giuseppe De Mita che invece l'opzione l'ha fatta e non è più assessore, sono state assorbite da Pasquale Sommese che in pratica diventa un super assessore, assumendo il controllo anche del turismo e della cultura. A questo punto difficile pensare che un casertano la possa spuntare anche se, il passo indietro che Taglialatela obbligatoriamente dovrà fare libererà un posto in giunta che in via strettamente teorica dovrebbe andare all'Udc. Ma quello che è capitato oggi rappresenta un ulteriore colpo alle speranze del partito di Zinzi di inserire un casertano nella stanza dei bottoni della Regione, dato che tra le altre cose con la nomina della Nugnes da oggi un casertano in quella stanza già c'è. Per la cronaca la Nugnes, come abbiamo già scritto, avrà la delega piena per l'agricoltura, Martusciello avrà quella per le attività produttiva, mentre vice presidente della giunta al posto di De Mita diventa il rettore Trombetti G.G.