Cronaca Bianca

ESCLUSIVA Bandiere blu, anche nel 2013 Mondragone e Castel Volturno non conquistano il titolo. Bocciato il litorale casertano

Nella cittadina ai piedi del Monte Petrino si deve ancora realizzare un nuovo depuratore e si è in attesa della messa in cantiere del progetto del collettore fognario Levagnole-P


Nella cittadina ai piedi del Monte Petrino si deve ancora realizzare un nuovo depuratore e si è in attesa della messa in cantiere del progetto del collettore fognario Levagnole-Pescopagano. I Regi Lagni e il Volturno continuano ad inquinare..., ma la griglia e il depuratore hanno ridotto gli effetti.   CASERTA - Il litorale casertano, quello caratterizzato dalle spiagge di Castel Volturno, Mondragone e Baia Domizia, nemmeno quest'anno è stato promosso con l'apposizione di una bandiera blu. Ad ottenere la prestigiosa bandierina in Campania sono stati i lidi del Cilento, due aree della provincia di Napoli e una è toccata alla costa amalfitana. Nonostante tutti gli sforzi effettuati negli anni al fine di combattere l'inquinamento delle acque litoranee, nonostante il funzionamento del depuratore di Villa Literno ubicato sui Regi Lagni e la realizzazione di impianti di depurazione lungo la costa Domiziana, in attesa che venga cantierizzato, poi, il progetto Bandiela Blu litorale Domizio per la città di Mondragone, la qualità delle acque del Mare Nostrum in loco non ha conquistato alcun titolo. Il Mare Nostrum sarà certamente balneabile, ma non ha ancora le caratteristiche delle spiagge premiate in Campania. Bisogna fare i conti ancora con i rifiuti immessi in mare proprio dai Regi Lagni, dal Volturno, dall'Agnena e dal Savone. Nel contempo, la Campania ottiene anche nel 2013 tredici bandiere blu, assegnate dalla Fondazione per l'Educazione Ambientale ai litorali italiani. Nella classifica per regioni italiane, la Campania e' al quinto posto, e mantiene il primato nel Mezzogiorno, dove registrano un calo di Calabria e Sicilia. In particolare, ricevono il riconoscimento Agropoli, Castellabate, Montecorice-Agnone e Capitello, Pollica-Acciaroli-Pioppi, Casalvelino, Ascea, Pisciotta, Centola-Palinuro, Vibonati-Villammare, Sapri, Massalubrense, Anacapri-Punta Faro e Gradola, Positano. "La conferma delle 13 bandiere blu - sottolinea il presidente della Regione Stefano Caldoro - e' un premio agli sforzi che stiamo realizzando, con le istituzioni locali, per tutelare al meglio la risorsa mare. Continua il lavoro, non semplice, per valorizzare il nostro patrimonio ambientale". Massimiliano Ive