Politica

SESSA A. / UFFICIALE, Udc e Nuovo Psi chiedono l'azzeramento della giunta Tommasino, in forse Del Mastro e Pecunioso

E' stata firmata stamattina, lunedì, la richiesta il responsabile del partito di Casini, Marcello Rocco e il commissario dei caldoriani, Marco De Santis   SESSA AURUNCA


E' stata firmata stamattina, lunedì, la richiesta il responsabile del partito di Casini, Marcello Rocco e il commissario dei caldoriani, Marco De Santis   SESSA AURUNCA - E’ ufficiale. L’UDC e il Nuovo Psi chiedono l’azzeramento della giunta Tommasino. Dopo un rincorrersi di notizie nella settimana scorsa stamattina, lunedì, i due partiti hanno protocollato ufficialmente il documento per chiedere, a fronte di una ricomposizione dell’intera maggioranza, una nuova giunta. A firmare il documento per l’Udc il responsabile Marcello Rocco e per il nuovo Psi il commissario Marco De Santis; lo stesso è stato sottoscritto anche dai  consiglieri comunali Rocco e Crispino. Mancano all’appello le firme degli altri due consiglieri Del Mastro ( N. Psi) e Pecunioso (UDC) che a questo punto sono da considerarsi fuori dai rispettivi partiti. Anche se, voci di corridoio danno un Del Mastro contrario all’azzeramento e un Pecunioso intenzionato comunque a chiedere l’azzeramento pur non avendo firmato il documento. Il sindaco Tommasino non si è fatto trovare impreparato a questa notizia che ormai gira in città da giorni. Sembra che già stasera ci sia un vertice con i partiti e consiglieri rimasti in maggioranza. Il primo cittadino comunicherà la richesta dei due partiti e chiederà agli intervenuti, ci saranno sicuramente anche Del Mastro e Pecunioso, cosa pensano. Ritornando al documento sembra che lo stesso sia molto conciso ed incisivo e che ci sia un termine di scadenza per la risposta che dovrebbe essere giovedì o venerdi. Osservatori attenti non sottovalutano le richieste dei due partiti fuoriusciti sottolineando che questi per richiedere un out out del genere, senza mezzi termini e cosi diretto, sono convinti d essere in “vantaggio” politico qualsiasi sia la risposta del resto della maggioranza. In realtà i sottoscrittori sono convinti che alla fine il sindaco non cederà alla richiesta continuando a governare con una maggioranza risicatissima e non sicura. Il sindaco, infatti, pare non aver nessuna intenzione di perdere in Giunta l’assessore Di Iorio e quindi farà del tutto per tutelarlo a differenza degli altri, Calenzo e Casale, che potrebbero essere sacrificati sull’altare dell’azzeramento. Intanto se cosi fosse cambierebbe anche lo scacchiere politico in consiglio ed in giunta. Sicuramente si costituirebbe il gruppo dei responsabili con i consiglieri Pecunioso, Del Mastro e Loffredo, oltre ai gruppi formati da Pia e Sciarretta di Sessa Domani, Cioffi e Gagliardo ex Pdl e De Civita Patto Aurunco. Da ridistribuire le deleghe ex Udc di vice sindaco e assessore alle finanze mentre bisogna vedere se Del Mastro riuscirà a tenere in giunta l’assessore Casale, suo pupillo, in quota responsabili. Rocco e Crispino dal canto loro si preparano, insieme ai propri partiti, a fare una dura opposizione. Qualsiasi cosa succederà ne vedremo delle belle nei prossimi giorni.