Cronaca Nera

MONDRAGONE / Torna in carcere Carmine Pollio, esponente di spicco del clan La Torre

Il provvedimento è stato spiccato dall'Ufficio esecuzioni della Procura di Napoli. Il pluripregiudicato si trovava agli arresti domiciliari fuori regione da almeno 2 anni. Contro


Il provvedimento è stato spiccato dall'Ufficio esecuzioni della Procura di Napoli. Il pluripregiudicato si trovava agli arresti domiciliari fuori regione da almeno 2 anni. Contro di lui un'accusa di estorisione ai danni di un imprenditore dell'agroaversano. MONDRAGONE - L'ufficio esecuzione presso la Procura dellaRepubblica di Napoli ha emesso un ordine di carcerazione definitivo a carico del pluripregiudicato Carmine Pollio di Mondragone storico appartenente del clan La Torre. Pollio, vicinissimo a Giacomo Fragnoli, si trovava agli arresti domiciliari fuori regione da circa 2 anni. È stato condannato per concorso (unitamente a Cinalli Lucio) nella tentata estorsione mafiosa in danno dell'imprenditore Mottola Francesco dell'agro aversano al quale il Cinalli, che il Pollio accompagnava, chiese 10 mila euro per conto del clan mafioso operante a Mondragone . Il pluripregiudicato e' stato recluso nel carcere di Cassino