Cronaca Bianca

CASERTA/ Ci risiamo, operai della ditta di pulizia del comune senza stipendio. Ma la Cem assume la moglie del custode del Belvedere

Per un anno e mezzo i lavoratori della Cem sono stati in cassa integrazione, lavorando 3 ore al giorno e guadagnando decisamente poco. Da due mesi erano stati ristabiliti i normal


Per un anno e mezzo i lavoratori della Cem sono stati in cassa integrazione, lavorando 3 ore al giorno e guadagnando decisamente poco. Da due mesi erano stati ristabiliti i normali orari lavorativi.

CASERTA - Ritorna a far parlare l’impresa di pulizie che da anni ha l’appalto per il comune di Caserta. Dopo i tempi dei tanti e tanti stipendi non pagati, legati alla situazione di pre-dissesto del comune, oggi sembrava che si fosse arrivati ad una condizione di maggiore tranquillità. Ma in realtà non è cosi.

Gli operai della della Cem sono stati un anno e mezzo in cassa integrazione in deroga, lavorando 3 ore e al giorno e guadagnando, a fine mese, decisamente poco. Da circa due mesi però sono stati ripristinati  i normali orari lavorativi.

La situazione, appunto, sembrava tranquilla, c'erano i presupposti per dichiarare "emergenza rientrata", invece l'azienda ha comunicato che da domani,10 maggio, non ci sarà più lo stipendio per gli operai.

Cozza, in realtà, con questo funesto avviso l'assunzione fatta proprio dalla Cem della moglie del custode del Belvedere. Cozza semplicemente perché la Cem dovrebbe rispettare il blocco delle assunzioni, cozza  perché assumere quando non ci sono soldi per pagare gli operai è, a nostro modesto avviso, un'azione imprenditoriale curiosa, un'azione che ci spinge ad una profonda riflessione.