Cronaca Nera

CASTEL VOLTURNO / Arrestato di nuovo Alfonso Scalzone, fratello dell'ex Sindaco

Nell'ambito dell'operazione "Domitia Village", era stato già arrestato. Il riesame lo scarcerò, la Dda fece ricorso in Cassazione, la Suprema Corte annullò la decisione rinvian


Nell'ambito dell'operazione "Domitia Village", era stato già arrestato. Il riesame lo scarcerò, la Dda fece ricorso in Cassazione, la Suprema Corte annullò la decisione rinviando gli atti allo stesso riesame che ha ricostituito la misura. E' stato ammanettato dagli uomini della Guardia di Finanza. Lo scorso lunediì l'uomo era stato anche indicato dal pentito Luigi Guida, detto O'drink, come colui che interloquiva con il gruppo dei Casalesi. CASTEL VOLTURNO - E' stato arrestato questa mattina dai finanzieri Alfonso Scalzone, ex funzionario del Comune di Castel Volturno, accusato di concorso esterno in associazione mafiosa per aver favorito nell'ambito dell'inchiesta della DDA di Napoli ''Domitia Village'' imprese edili legati al clan dei Casalesi e ai clan partenopei Polverino e Nuvoletta. Scalzone, fratello dell'ex sindaco di Castel Volturno Antonio Scalzone, era stato arrestato il 22 febbraio 2012 con altre 14 persone, tra cui due consiglieri comunali di Castel Volturno e l'ex sindaco di Casaluce Antonio Proto Fedele, ma dopo venti giorni di detenzione aveva ottenuto la scarcerazione dal Tribunale del Riesame di Napoli; la Dda fece cosi' ricorso in Cassazione. La Corte accolse i rilievi dei pm disponendo il rinvio ad un'altra sezione del Riesame che ha deciso per un nuovo arresto. Secondo i magistrati inquirenti Scalzone avrebbe favorito in qualita' di funzionario comunale il rilascio di una concessione edilizia per la costruzione di un grosso complesso turistico-alberghiero, il Domitia Village, sequestrato insieme ad altri beni per un valore complessivo di 250 milioni di euro.