Cronaca Nera

CASAL DI PRINCIPE/ Profanate 30 tombe: arrestato 30enne e a CASALUCE ammanettano un ladro 39enne

Entrambe le operazioni realizzate dai militari delle due stazioni locali CASAL DI PRINCIPE - In via Cavour, presso il locale cimitero, i Carabinieri della stazione di San Cipri


Entrambe le operazioni realizzate dai militari delle due stazioni locali CASAL DI PRINCIPE - In via Cavour, presso il locale cimitero, i Carabinieri della stazione di San Cipriano d’Aversa hanno arrestato, in flagranza per i reati di “furto aggravato in concorso e resistenza a p.u.”, il cittadino rumeno  Vaduva Alexandru Constantin, cl.1983, in Italia senza fissa dimora. Il predetto, unitamente ad altri due complici che sono riusciti a darsi alla fuga, è stato sorpreso subito dopo aver asportato diversi arredi funebri e bloccato da alcune persone presenti sul posto e da un militare dell’Arma libero dal servizio opponendo, però, una forte resistenza nei confronti del Brigadiere intervenuto. Successivamente il delinquente è stato definitivamente immobilizzato grazie all’ausilio  di altri Carabinieri giunti sul posto. Nel corso del successivo sopralluogo è emerso che sarebbero state profanate circa 30 tombe. L’arrestato, quindi, è stato trattenuto presso le camere di sicurezza della stazione di San Cipriano di Aversa in attesa del rito direttissimo. CASALUCE - I Carabinieri della stazione di Teverola hanno arrestato, in esecuzione ad un ordine di carcerazione il pregiudicato per reati contro la persona e il patrimonio Andrea Tatone, cl.1974, del luogo, ritenuto responsabile  del reato di furto. Il provvedimento restrittivo in argomento è stato emesso dall’ufficio esecuzioni penali della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere,  dovendo lo stesso scontare la pena di 9 mesi  e 28 giorni  di reclusione. L’arrestato, quindi, è stato associato presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere come disposto dall’A.G..