Cronaca Nera

CASERTA/ Al comune danno la crisi con l'Udc rientrata. Ma Acconcia e Casale cascano dalle nuvole: "Nulla è cambiato"

Si attende la riunione convocato per stasera tra i vertici provinciali e i consiglieri comunali di Caserta. Si verificherà se anche in vista delle amministrative di San Felice, M


Si attende la riunione convocato per stasera tra i vertici provinciali e i consiglieri comunali di Caserta. Si verificherà se anche in vista delle amministrative di San Felice, Maddaloni e Marcianise, il partito chiederà o meno un atteggiamento più morbido al gruppo di Caserta nei confronti di Del Gaudio, in vista dell'approvazione del bilancio consuntivo, fissata per il prossimo 15 maggio CASERTA - Dal comune, da ambienti vicini al sindaco Del Gaudio, si fa professione di ottimismo su quella che sarà la posizione che assumerà l'Udc casertano nel voto sul bilancio consuntivo fissato per il 15 maggio. Chiaro è che queste sensazioni sono legate, probabilmente, a un asse solido e amichevole che esiste tra il sindaco Del Gaudio il vice sindaco Enzo Ferraro e il capogruppo dell'Udc Paolo Puoti che ad Enzo Ferraro è legato da un rapporto di fratellanza professionale. La realtà dei fatti è un po' diversa perché parlando con Antonello Acconcia e anche con l'assessore auto sospeso Emiliano Casale, si capisce che non c'è stato alcun passo in avanti rispetto al documento firmato dal partito e dal gruppo consiliare, con il quale si annunciava la decisione da parte dei consiglieri dell'Udc di non partecipare più ai lavori dell'assise cittadina fino a una nuova deliberazione. Qualcosa in più si capirà stasera, martedì, quando i consiglieri dell'Udc si incontreranno con i vertici provinciali del partito. Una riunione interessante anche per verificare se le dinamiche elettorali di queste amministrative, il fatto che l'Udc abbia deciso di allearsi con il Pdl a Maddaloni e che speri di ottenere un appoggio, sempre del Pdl in un eventuale ballottaggio a Marcianise, possano indurre la segretaria provinciale D'Ambrosio a chiedere un atteggiamento più morbido di Del Gaudio sul voto del bilancio consuntivo. G.G.