Cronaca Bianca

CASERTA/ "E non mi basti maiii???..." I Caprio assopigliatutto. Si "pappano" anche i 90 mila euro del boschetto della cava di Casertavecchia

Una domanda rispettosa al sindaco Del Gaudio: " Ma dato che questi qua prendono già 890 mila euro all'anno per il verde pubblico, era poi tanto complicato costruire un'idea che c


Una domanda rispettosa al sindaco Del Gaudio: " Ma dato che questi qua prendono già 890 mila euro all'anno per il verde pubblico, era poi tanto complicato costruire un'idea che consentisse di partecipare a cooperative di giovani validi e disoccupati?    CASERTA - A Giorgia non le bastava mai ? ... l'amore del suo boy, alla famiglia Caprio del Global Service del verde non basta mai di incassare quattrini. 890 mila euro all'anno per la gestione complessiva del verde in città. E ora, nei giorni scorsi, altri 90 mila euro per curare il verde del boschetto della cava riqualificata che costeggia la strada che va verso Casertavecchia. Della serie: non lasciano cadere una mollica a terra. Mo', dico io, e mi rivolgo al sindaco Del Gaudio con rispetto e pensieri costruttivi: ne era proprio necessario attribuire a quello che era già un monopolista anche questa dolcissima incombenza? Non era possibile individuare, o anche propiziare la nascita di una cooperativa di giovanli seri, ma, desolatamente disoccupati per curare quel sito? Quella sì che sarebbe stata un'idea utile e spendibile anche all'interno della incontinente e confusa comunicazione che ci arriva da palazzo Castropignano, e invece no, sempre loro, i Caprio, gli amici di Paolo Marzo, il quale, tutto sommato si può anche accontentare di come gli stiano andando le cose e potrebbe anche rinunciare all'idea di fare letteralmente cappotto inserendo in giunta il suo amico Massimo Russo, che in giunta stette anche con Petteruti e che fu, a sua volta, grande amico dei Caprio del Global Service. Prima c'era Mario Pagano, oggi Alessandro Landolfi e i Caprio. Citando un fortunato, ben fatto e frequentatissimo gruppo attivo su facebook "Ciò che vediamo in città" Gianluigi Guarino