Politica

MONDRAGONE / Affiora la corrente pro Schiappa della lista Intesa

Pubblichiamo integralmente la lettera scrittaci da Fabio Esposito, che elenca una serie di nomi di componenti del movimento civico in totale disaccordo con la linea del consiglier


Pubblichiamo integralmente la lettera scrittaci da Fabio Esposito, che elenca una serie di nomi di componenti del movimento civico in totale disaccordo con la linea del consigliere comunale Mascolo, criticato duramente.      LA LETTERA - Caro direttore Guarino le invio questo articolo in risposta all'articolo pubblicato da lei sulla lista Intesa per Mondragone, la lista non è cosi coesa come vogliono far credere alle persone, i signori Fabio Esposito , Orlando De Martino, Mario Palmieri, e Benedetto Pagliaro che alle scorse elezioni si sono candidati e hanno sposato il progetto Intesa per Mondragone,ora non si riconoscono e nei modi di fare politica del consigliere Mascolo. Una politica fatta di ricatti verso il sindaco, una politica fatta di strategie di tatticismi fallimentari che non portano risultati ai nostri elettori che ci hanno scelto e a quelli che non ci hanno scelto,una politica fatta di poca partecipazione e di poche idee come dimostrato dal consigliere dalla sua elezione ad oggi perché noi di proposte da parte sua non ne abbiamo viste. E' questo suo modo noi lo riteniamo fallimentare anzi ci porta a chiedere scusa ai nostri elettori, perché noi credevamo nelle potenzialità della lista avevamo messo a disposizione parte del nostro tempo libero per qualsiasi proposta per la città per la gente comune e per le persone che ci hanno sostenuto, questa fiducia negli ultimi tempi è venuta a mancare è la questione assessore ricatti che il consigliere intensifica negli ultimi tempi nei confronti del sindaco ci mette tristezza, noi abbiamo avuto sempre fiducia nel sindaco anche se gli chiediamo di fare di più, e di non farsi ricattare e rimaniamo a sua disposizione su qualsiasi collaborazione sul piano amministrativo, noi prendiamo le distanze dai ricatti anche perché il sindaco fin dal primo momento si è sempre dimostrato disponibile con la lista per qualsiasi visibilità politica, e per questo tipo di strategia adottata dal consigliere noi dobbiamo dissociarci perché visto che si parla di lista intesa e noi ci siamo candidati all'interno della lista e ne facciamo parte non vogliamo passare per le persone che vanno a caccia di poltrone, di incarichi ecc,per noi la politica è servire i cittadini ascoltare le loro esigenze risolvere i loro problemi, ascoltare le associazioni i commercianti e tutte le persone che vivono i disagi della  nostra città, stare al servizio del popolo e contribuire a migliorare la nostra città. Inoltre se ci sarà riconosciuta la visibilità politica da parte del sindaco noi rimaniamo disponibili per qualsiasi nome sia per le quote rosa affinchè siano persone che si sono candidati e spesi per la lista e che siano scelti dal sindaco senza ricatti o impsizioni da parte del consigliere caro direttore guarino se vuole pubblicare questo articolo le sarei grato e se vuole correggerlo e aggiungere altro siamo a sua completa disposizione. FABIO ESPOSITO