Cronaca Nera

ESCLUSIVISSIMA CON FOTO / MONDRAGONE - Dipendente del caseificio Marrandino precipita con l'auto in un canale: salvata da due poliziotti

La 23enne stava facendo ritorno a Cancello ed Arnone quando ha perso il controllo dell'auto in località via Pietro Pagliuca nel quartiere di Pescopagano di MONDRAGONE. Due agenti


La 23enne stava facendo ritorno a Cancello ed Arnone quando ha perso il controllo dell'auto in località via Pietro Pagliuca nel quartiere di Pescopagano di MONDRAGONE. Due agenti del commissariato di Castel Volturno si gettano nel fossatto per estrarla dalla vettura   di Massimiliano Ive   MONDRAGONE - Precipita con l'auto nel canale adiacente alla via Pietro Pagliuca, quella che collega Pescopagano di Mondragone a Cancello ed Arnone: 23enne salvata dagli agenti del commissiariato di polizia di Castel Volturno. In sintesi è quanto accaduto ieri, alla giovanissima dipendente del caseificio Marrandino, la 23enne G.T., che dopo aver terminato il proprio turno di lavoro stava facendo ritorno a casa a Cancello ed Arnone. Ad un certo punto, secondo le prime notizie ottenute in loco, la ragazza ha perso il controllo della sua Punto rossa, che a sua volta è sblzata, cadendo nel canale delle acque piovane. L'auto si è completamente ribaltata e poichè G.T. viaggiava col finestrino del conducente aperto, il fango e l'acqua hanno cominciato ad invadere il vano della vettura. Fortunatamente il canale prospiciente alla strada era mezzo vuoto e certamente la "Divina Provvidenza" non ha abbandonato la giovanissima dipendente del caseificio, in quanto proprio in quei terribili momenti una volante del commissariato di polizia di Castel Volturno, diretto dal vicequestore aggiunto Della Cioppa, si trovava a transitare in loco. Le grida e le richieste di aiuto della donna hanno consentito agli agenti assistenti Marcello Assante e Giovanni Vitale di prestare il primo soccorso. I poliziotti non ci hanno pensato su due volte. Infatti, entrambi hanno deciso di gettarsi nel canale ed estrarre dalla vettura la 23enne, la quale poi è stata trasferita presso la clinica Pineta Grande di Castel Volturno per essere sottoposta alle cure dei medici. Secondo le prime indiscrezioni, la donna sta bene, anche se ha riportato solo qualche ferita alla fronte e alle spalle.