Cronaca Bianca

GRAZZANISE/ Occorrevano solo 300 euro per riaprire il campo sportivo chiuso per mesi e mesi

Il collaudo della copertura della gradinata è stato commissionato all'ingegnere Pagano, ex capo dell'area tecnica del comune. Lo step successivo per la riapertura sarà la verifi


Il collaudo della copertura della gradinata è stato commissionato all'ingegnere Pagano, ex capo dell'area tecnica del comune. Lo step successivo per la riapertura sarà la verifica integrale dell'agibilità dello stadio R. Massaro che la triade commisariale dovrà affidare all'attuale responsabile dell'area tecnica. IN CALCE ALL'ARTICOLO LA DETERMINA N 38 GRAZZANISE - Come spiegarlo ai cittadini che per poche centinai di euro sono rimasti senza campo di calcio? Spiegarlo serve a poco, il fatto sotanziale è che quando la tensostruttura di via Tonnetta, in modo del tutto improvviso,  fu chiusa per probelmi di agibilità, appurati, a quanto pare, dopo un bel po' di tempo dalla sua inaugurazione, Grazzanise era rimasta, e lo è tuttora, senza strutture sportive: praticamente un paese senza amministrazione eletta e senza sport. Prima del palatenda era stato chiuso, appunto, anche il campo di calcio R.Massaro di via Motta. Chiusura che aveva costretto la squadra di Grazzanise ad appoggiarsi per il campionato di 2a categoria al campo comunale di Santa Maria la Fossa. Pare, però, che questi nefasti scenari si stiano dissolvendo. Forse la riapertura dello stadio R.Massaro è vicina. Più complicata la vicenda della tensostruttura. La determina 38 dello scorso 24 aprile, precisiamo, non parla di imminenti riaperture del campo, ma indubbiamente va a risolvere una delle questioni che aveva  contribuito allo sbarramento dei cancelli della struttura di via Motta, ovvero quella del collaudo della copertura della gradinata. Ritorniamo un po' indietro: era il 17 gennaio del 2008, il sindaco in carica era Enrico Parente, quando con determinazione n° 11 vennero approvati gli atti relativi allo stato finale e il certificato di regolare esecuzione dei lavori di completamento del campo di calcio di Via Motta. La somma pagata per l'operazione fu di 52.347,33 euro. Con determinazione n° 320 del 18.12.2008  venne approvato il verbale di gara in data 15.12.2008 e i lavori di completamento e adeguamento alle norme di sicurezza del complesso sportivo R.Massaro  furono affidati in via definitiva alla ditta A.N.C.  per l’importo di € 36.279,38 oltre agli oneri per la sicurezza. Contestualmente all'allora responsabile dell'Area tecninca Luigi Pagano fu affidato il compito di collaudare l'opera. I lavori, iniziati in data 08/04/2010, sono stati ultimati in data 12/11/2012. Dove sta l'inghippo? Praticamente il rapporto di lavoro col comune di Luigi Pagano, collaudatore della struttura,  si è interrotto, per scadenza  mandato, prima dell’ultimazione dei lavori dell'opera in via Motta, quindi Pagano non ha potuto ultimare il suo collaudo. La triade con molta pragmaticità ha affidato la fine del lavoro allo stesso Pagano con un compenso di circa 300 euro. Lo step successivo sarà quello di incaricare l'attuale tecnico del comune per appurare l'agibilità o meno della struttura dopo che, logicamente, Pagano abbia collaudato la copertura. Comqune, 300 euro e problema risolto, forse. Giuseppe Tallino CLICCA QUI PER LEGGERE LA determina n 38 del collaudo affidato a Pagano della copertura della gradinata