Politica

CASERTA/ Lite e insulti tra il presidente Iarrobino e l'assessora Ucciero. Pomo della discordia l'evento di Annie Tronco al Belvedere

Ventilata anche l'ipotesi di una sfiducia all'assessora da parte del gruppo di Caserta Più, alla fine il sindaco Del Gaudio ha messo pace assegnando a Iarrobino il coordinamento


Ventilata anche l'ipotesi di una sfiducia all'assessora da parte del gruppo di Caserta Più, alla fine il sindaco Del Gaudio ha messo pace assegnando a Iarrobino il coordinamento della manifestazione di miss e mister sordi CASERTA - Il Belvedere della discordia. Il monumento borbonico è diventato un nervo scoperto per l'amministrazione comunale e per la sua maggioranza. Nei giorni scorsi abbiamo scritto dell'operazione di riqualificazione fortemente voluta da Agostino Tenga, che, spostato da Polverino nell'ospedale civile, desidera fortissimamente di ritornare a coordinare il funzionamento del monumento come già ha fatto per diverso tempo. Abbiamo parlato anche degli interessi imprenditoriali che la famiglia Marzo, noti  imprenditori edili della città, rappresentati in politica da Paolo e Massimiliano Marzo, avrebbe focalizzato proprio sui lavori di ristrutturazione del Belvedere. Ci si innervosisce per poco. Anche per una manifestazione di miss e mister sordi organizzata dall'associazione brasiliana Alphabet Onlus di Annie Tronco. A quanto pare l'assessore Teresa Ucciero aveva già monopolizzato tutta l'organizzazione dell'evento. A questo punto il presidente del consiglio comunale Gianfausto Iarrobino sarebbe sbottato. Tra i due sarebbe esplosa una furiosa lite, sedata a stento durante la quale Iarrobino avrebbe anche detto all'Ucciero "attenta che noi di Caserta Più ti sfiduciamo". A mettere pace ci avrebbe pensato il sindaco Del Gaudio che ha accontentato Iarrobino dando a lui la funzione di coordinamento della manifestazione. G.G.