Cronaca Bianca

IL VIDEO / Ciak Junior, la troupe di Canale 5 al liceo Manzoni dopo il premio vinto per il cortometraggio sulla legalità. TUTTI I NOMI DEI PARTECIPANTI AL FILM

La soddisfazione della Preside Vairo: "Crediamo fortemente che la cultura della legalità e cittadinanza attiva si pratichi anche grazie allo studio del diritto: nella nostra scuo


La soddisfazione della Preside Vairo: "Crediamo fortemente che la cultura della legalità e cittadinanza attiva si pratichi anche grazie allo studio del diritto: nella nostra scuola esiste un'idea di cittadinanza partecipata e di legalità vissuta a partire dai ragazzi" CASERTA - Il liceo Manzoni di Caserta, da anni impegnato nella promozione della cultura della legalità tra i suoi studenti, ha vinto la 24esima edizione del concorso/progetto televisivo internazionale "Ciak Junior". Il cortometraggio è stato realizzato interamente dagli studenti nell'ambito del progetto annuale di legalità "Vivere la democrazia", promosso dal comitato studentesco e coordinato dalla prof.ssa M.Mattiello. Tra oltre 4000 video partecipanti al concorso, i "manzoniani" hanno vinto, ottenendo così la realizzazione della loro idea e del loro cortometraggio in maniera professionale da parte di una equipe di esperti della Mediaset, i quali hanno girato le scene oltre che a scuola anche sul territorio locale per tre giorni ( 17,18 e 19 aprile ). Gli stessi vincitori del concorso saranno ospiti del Festival Ciak Junior che si terrà a Cortina d'Ampezzo sabato 25 maggio. Il video realizzato in questi tre giorni andrà in onda su canale 5 presumibilmente domenica 26 maggio. "Il concorso vinto ha una valenza sia formativa che educativa, perché il percorso della legalità che facciamo al Manzoni ottiene un tale riscontro che la libera creatività dei ragazzi, benché guidata dal docente, dà un prodotto  talmente valido che è stato considerato il migliore tra oltre 4000 partecipanti. Alla scuola viene regalata la possibilità di verificare come si realizza un film vero, di farlo con dei professionisti e di trasformare anche i ragazzi contemporaneamente in attori, interpreti di quello che hanno scritto e verificando come funziona il linguaggio comunicativo professionale. Il video che è stato realizzato - continua la Preside Vairo - è composto di due parti: una prima che è la sceneggiatura del video e l'altra è il backstage del cortometraggio realizzato anche tra le bellezze del territorio casertano dove però, nell'impossibilità di afferire alla Reggia di Caserta, si è preferito girarlo all'interno del borgo medievale di Casertavecchia e del belvedere di S. Leucio. Un ulteriore incremento ai premi quindi per la scuola." Ma non è questo l'unico allora conquistato dal liceo Manzoni, dato che, ricorda la Preside Vairo, " il manzoni si è anche aggiudicato il premio dell'emittente televisiva julie news per la compiutezza di un percorso di legalità." e quindi un ulteriore conferma che la strada che stiamo proseguendo è buona. "Crediamo fortemente che la cultura della legalità e cittadinanza attiva si pratichi anche grazie allo studio del diritto. Nella nostra scuola esiste un'idea di cittadinanza attiva e di legalità vissuta a partire dai ragazzi: si lavora sulle norme di comportamento con la condivisione delle regole con gli studenti e con lo studio del diritto in alcune classi che rende - conclude con soddisfazione la preside - questo istituto un fiore all'occhiello della legalità per la Provincia di Caserta."  La preside Vairo alla fine della sua intervista tiene a menzionare  la preziosa collaborazione offerta dal comune di Caserta, " che ci ha consentito le riprese gratuitamente nel belvedere di San Leucio" e della Questura, "per averci concesso l'auto della polizia con 2 suoi agenti che hanno girato una scena". In breve, la trama del cortometraggio: Riccardo, neolaureato, entra a contatto con i brogli e le ingiustizie del mondo lavorativo. Nonostante le difficoltà riesce ad impedire il gioco sporco della criminalità organizzata. F.A. In calce all'articolo il ruolo e l'elenco di ciascun partecipante: Protagonista: Riccardo Sergio Fidanzata protagonista: Roberta Razzano Giornalisti: Olimpia Porfidia, Maria Perrotta, Marianna Pota, Miriam Maiello, Alice Amante, Rosa Pascarella, Gianluigi Iarossi, Renato Abbate, Guido D'Errico, Gaia Fiorillo, Gennaro Vitale, Annie Brancaccio e Simona di Rubba Ragazzo (secchione): Giuseppe Apperti Bidello: Agostino Ferrara Direttrice: Dafne Rapuano Camorrista (boss): Domenico Marino Camorrista: Giuseppe Aulicino Musica: Carlo Sibilio, Giovanni Leone Backstage (presentazione delle città di Caserta): Beniamino Piciullo, Martina Esposito, Renato Landolfi, Sara Fazioli Polizia: agenti di polizia dalla Questura Riprese e Regia: “Gli Alcuni” ( troupe televisa Mediaset )