Cronaca Bianca

25 APRILE A CASTEL VOLTRUNO / Regolamento dei demani, nulla di nuovo sotto il cielo. Noviello dell'Assobalneari: "Spaigge sporche e rifiuti in strada a Baia Verde"

Sulla stagionalità fiscale della Tares i gestori dei lidi intendono dare battaglia. Dopo un anno si attende ancora il verdetto sulla decurtazione del 50% sui canoni demaniali. 


Sulla stagionalità fiscale della Tares i gestori dei lidi intendono dare battaglia. Dopo un anno si attende ancora il verdetto sulla decurtazione del 50% sui canoni demaniali.    CASTEL VOLTURNO - La scorsa settimana abbiamo intervistato il responsabile provinciale del Sib, Marcello Giocondo sulle problematiche del comparto turistico demaniale degli operatori balenari. Oggi, giovedì, 25 aprile, abbiamo invece, interpellato Crescenzo Noviello, responsabile dell'Assobalneari di Castel Volturno, anche in virtù dell'approvazione, da parte della triade commissariale del Comune litoraneo, degli "aggiornamenti" inseriti nel nuovo "regolamento per la gestione del demanio marittimo". Il vecchio regolamento per la gestione del demanio marittimo risale al 2004 e in attesa che venga adottato il Piano Spiaggia e il PAD per regolare ulteriormente il rilascio delle concessioni demaniali e l'apertura di nuove strutture balneari, i commissari hanno deciso di aggiornare il vecchio documento rispetto alle nuove proposte normative. Nella delibera approvata, la n. 50 del 23 aprile scorso, è descritto solo il quadro normativo, ma nello specifico non vengono chiaramente enunciati questi cosiddetti "aggiornamenti". "Non ho avuto il tempo ancora di controllare e verificare il contenuto del nuovo regolamento, anzi ho appreso la notizia dalla vostra testata - ha commentato Noviello dell'Assobalneari - ovviamente nei prossimi giorni approfondiremo lo studio di questo nuovo documento". Rispetto alle problematiche di un anno fa cosa è stato risolto e cosa no? "Oggi è il 25 aprile e purtroppo dobbiamo constatare, almeno nella località di Baia Verde la presenza di cumuli di rifiuti e sacchetti lungo le strade..." E le spiagge libere? "Si presentano allo stesso modo. Sono sporche e purtroppo noi operatori siamo costretti a sobbarcarci l'onere di doverle ripulire. Il mare e i turisti portano qui ogni sorta di rifiuti. Occorre un piano per la bonifica delle spiagge..." Sui canoni demaniali, sulla vicenda della decurtazione del 50% e sulla stagionalità della tassa sui rifiuti a che punto siamo? "Siamo ancora in fase di attesa. Rispetto ad un anno fa non è cambiato ancora nulla. Sui canoni demaniali saprò essere più preciso nei prossimi giorni. Sulla stagionalità della tassa sui rifiuti, speriamo di poter perorare, attraverso l'introduzione della Tares, la causa da noi sostenuta di pagare l'imposto solo nei mesi in cui noi siamo operativi e attivi sul demanio" Massimiliano Ive