Cronaca Nera

A S. Cipriano, Piedimonte e Parete denunce e arresti a raffica

Si tratta di un contrabbandiere di Lusciano trovato in casa con 11 kg di tabacco, di un presunto ladro che ha compiuto un furto in un supermarket e di un 52enne condannato per rea


Si tratta di un contrabbandiere di Lusciano trovato in casa con 11 kg di tabacco, di un presunto ladro che ha compiuto un furto in un supermarket e di un 52enne condannato per reati contro il patrimonio   PARETE - I Carabinieri della Stazione di Parete hanno tratto in arresto in flagranza Moawad Faragalla Karem Mohamed, nato in Egitto, classe 1984, domiciliato in Lusciano, ritenuto responsabile di contrabbando di T.L.E.. I militari dell’Arma, in seguito a prolungata attività info -investigativa, hanno individuato l’abitazione dell’uomo, ove, a seguito di perquisizione domiciliare, hanno rinvenuto circa kg 11 di tabacchi lavorati esteri di contrabbando. Tutto il materiale è stato sottoposto a sequestro. L’arrestato, ristretto presso quelle camere di sicurezza, in attesa rito direttissimo previsto mattinata odierna, come disposto a.g., informata da stazione parete che procede. PIEDIMONTE MATESE tentato furto ad un negozio del centro cittadino, 48enne denunciato dai Carabinieri. Altre due persone finiscono nei guai per furto di legna in una zona boschiva.

A seguito di una attività investigativa coordinata dalla Compagnia Carabinieri di Piedimonte Matese e condotta dai militari della locale Stazione, è stato scoperto l’autore di un tentato furto avvenuto la notte del 18 dicembre scorso, quando uno sconosciuto tentò di forzare la porta di ingresso di un negozio ubicato nei pressi del centro cittadino. L’uomo però non riuscì nell’intento perché probabilmente spaventato dal passaggio di qualcuno, dandosi ad un precipitosa fuga. La mattina seguente i Carabinieri raccolsero la denuncia del proprietario dell’attività commerciale, un mini market, scattarono così le indagini con il rilevamento di alcune impronte lasciate dal malfattore e l’acquisizione di alcune testimonianze, dalle quali fu possibile accertare il tipo di autovettura, con il numero parziale della targa, utilizzata per la fuga.

Con l’ausilio della Banca Dati delle Forze di Polizia è stato possibile risalire al numero completo della targa dell’auto e chi fosse il suo proprietario. L’esito degli accertamenti sulle impronte hanno consentito di incastrare l’autore, che era proprio il proprietario dell’auto utilizzata per la fuga, tale P.G., 48enne di Marano di Napoli, con a carico una lunga sfilza di precedenti per reati contro la persona ed il patrimonio, alla quale questa mattina si è aggiunta la denuncia dei Carabinieri di Piedimonte Matese per tentato furto aggravato. Altre due persone, G.G, 44enne e A.N. 49enne, sempre provenienti dal napoletano, sono invece finiti nei guai per il furto di circa una decina di quintali di legna, provenienti da alberi di quercia, asportati all’interno di un’area boschiva nel territorio di Gioia Sannitica. La refurtiva è stata interamente recuperata.

SAN CIPRIANO D'AVERSA - I Carabinieri della Stazione di San Cipriano D’Aversa hanno tratto in arresto Domenico Di Lorenzo, 52enne, di Casapesenna, in ottemperanza all’ordine di esecuzione per espiazione di pena detentiva in regime di detenzione domiciliare  emesso in data 16.04.2013 dal Tribunale di Sorveglianza di Santa Maria Capua Vetere, dovendo espiare una pena di 8 mesi di reclusione in tale regime per “reati contro il patrimonio”. L’arrestato è stato sottoposto agli arresti domiciliari presso l’abitazione di residenza.