Cronaca Nera

I soldi dei contributi statali incassati dal consigliere regionale IANNICIELLO in una banca di CAPUA. Il procedimento si sposta a S.MARIA C.V

L'esponente del Pdl è ancora agli arresti domiciliari. Il giudice monocratico del Tribunale di Napoli ha accolto l'istanza di incompetenza territoriale   NAPOLI - Il giudi


L'esponente del Pdl è ancora agli arresti domiciliari. Il giudice monocratico del Tribunale di Napoli ha accolto l'istanza di incompetenza territoriale   NAPOLI - Il giudice monocratico del tribunale di Napoli ha accolto l'istanza di incompetenza territoriale per il processo a carico di Massimo Ianniciello, consigliere regionale della Campania, agli arresti domiciliari per l'inchiesta su presunti rimborsi fasulli ottenuti dalla Regione. Secondo il giudice, e' competente il tribunale di Santa Maria Capua Vetere in quanto i bonifici ottenuti dall'ente statale sarebbero stati incassati a Capua ed e' li' che il reato si sarebbe consumato. Per questo l'intero fascicolo sara' inviato alla procura sammaritana che dovra' provvedere a richiedere nuovamente il giudizio per il politico accusato di truffa aggravata